Contributo ai Comuni, nel vicentino 6,7 milioni di euro per la messa in sicurezza: la lista completa

154
Confartigianato
Confartigianato

“É notizia recente che è del 94% (ovvero 112 su 119) la percentuale di Comuni della provincia di Vicenza che rientrano tra quelli destinatari di risorse per la messa in sicurezza di scuole, strade, edifici pubblici e patrimonio comunale grazie alla Legge 30 dicembre 2018 n°145. Una grandissima opportunità, quindi, per i sindaci di avere a disposizione tra i 40mila ed i 100mila euro (in ragione della dimensione) per investimenti in opere pubbliche di manutenzione che potranno animare l’economia del loro territorio. Fatti due conti sono 6,7 i milioni di euro destinati al Vicentino”. A ricordarlo, e a lanciare l’appello ai sindaci, è il presidente di Confartigianato Vicenza Agostino Bonomo.

“Abbiamo accolto con favore questa importante opportunità riservata ai Comuni -spiega il presidente- per una duplice valenza. Da un lato si può, finalmente, affrontare il tema della sicurezza, un argomento a noi sensibile soprattutto pensando alle scuole, strade ed edifici pubblici che sono, al contempo, per molte persone anche luoghi di lavoro. Dall’altro, le risorse stanziate, e quindi spendibili dai Comuni, costituiscono un’occasione di lavoro per molte aziende potenzialmente interessate agli appalti relativi alle piccole opere pubbliche, con ricadute economiche importanti nei vari territori. Per questo motivo come Confartigianato ci siamo mobilitati avviando una massiccia azione di sensibilizzazione proprio verso i sindaci invitandoli a cogliere queste opportunità anche aiutati dal fatto che l’aggiudicazione dei lavori, a seguito della recente modifica del Codice degli Appalti prevede l’innalzamento della soglia per l’affidamento diretto (dai 40.000 ai 150.000 euro), favorendo la partecipazione delle micro e piccole imprese”.

Nel Vicentino sui 112 Comuni interessati 16 potranno effettuare lavori per 100mila euro, 29 per 70mila, 39 per 50mila e 28 per 40mila. L’esecuzione dei lavori deve iniziare entro il 15 maggio 2019 e, in caso di mancato rispetto del termine dell’inizio dell’esecuzione dei lavori o in caso di utilizzo parziale dei contributi, le risorse assegnate saranno revocate, in tutto o in parte, entro il 15 giugno 2019 da parte del Ministero dell’Interno e redistribuite agli altri Comuni, che dovranno avviare i lavori entro il 15 ottobre di quest’anno.

“Vigileremo -conclude Nerio Dalla Vecchia, componente della Giunta con delega alle Politiche Territoriali – in maniera trasparente e sistematica, attraverso le nostre sede Mandamentali. Verificheremo quali saranno le aziende affidatarie dei vari interventi ovvero se locali, provinciali o regionali. Si tratterà di un monitoraggio non solo qualitativo ma anche quantitativo per vedere come e dove saranno investite queste somme. Il tutto avverrà con una cadenza periodica, quindi renderemo pubblica la programmazione degli interventi previsti nei vari Comuni, affinché si metta a frutto l’impiego delle risorse a loro destinate, e valuteremo inoltre la sensibilità delle amministrazioni comunali nell’ottica degli appalti a km zero, ovvero favorendo le piccole e medie imprese locali, che lavorano, investono ed assumono creando ricchezza proprio nelle piccole comunità. Questa azione può sicuramente costituire un test importante per determinare la misura in cui ogni singola Amministrazione sarà attenta a sfruttare le risorse e favorirà le imprese locali, visto che adesso, con la semplificazione della procedura amministrativa prevista, non ci sono più alibi per non farlo e, poiché un’ottantina dei comuni della nostra Provincia saranno presto chiamati al voto (73 dei 112, ovvero il 65%), avremo un ulteriore elemento di valutazione da sottoporre a cittadini ed imprese”.
Confartigianato ricorda anche che proprio sul tema degli appalti e relativi Codici sono stati fatti degli incontri con alcune amministrazioni per redigere un documento, sorta di “linee guida”, a disposizione delle PA e delle stazioni appaltanti. E proprio il Codice degli Appalti sarà oggetto di una serie di ulteriori incontri sul territorio promossi sempre da Confartigianato e in programma a marzo.

I dati

Assegnazione ai comuni con popolazione tra 10.001 e 20.000 abitanti del contributo per la realizzazione di investimenti per la messa in sicurezza di scuole, strade, edifici pubblici e patrimonio comunale, per l’anno 2019.

Misura del contributo assegnato 100.000 euro

(Art. 1, comma 107, della legge di bilancio 2019, legge 30 dicembre 2018, n. 145)

248 VI ALTAVILLA VICENTINA
249 VI CALDOGNO
250 VI CAMISANO VICENTINO
251 VI CASSOLA
252 VI CHIAMPO
253 VI CORNEDO VICENTINO
254 VI CREAZZO
255 VI DUEVILLE
256 VI ISOLA VICENTINA
257 VI LONIGO
258 VI MALO
259 VI MAROSTICA
260 VI ROMANO D’EZZELINO
261 VI ROSA’
262 VI TEZZE SUL BRENTA
263 VI TORRI DI QUARTESOLO

TOTALE CONTRIBUTO 1.600.000 euro

_______________________________________________________________________________________

Assegnazione ai comuni con popolazione tra 5.001 e 10.000 abitanti del contributo per la realizzazione di investimenti per la messa in sicurezza di scuole, strade, edifici pubblici e patrimonio comunale, per l’anno 2019.

Misura del contributo assegnato 70.000 euro

(Art. 1, comma 107, della legge di bilancio 2019, legge 30 dicembre 2018, n. 145)

483 VI ARCUGNANO
484 VI ASIAGO
485 VI BARBARANO MOSSANO
486 VI BOLZANO VICENTINO
487 VI BREGANZE
488 VI BRENDOLA
489 VI CASTELGOMBERTO
490 VI COSTABISSARA
491 VI LONGARE
492 VI MARANO VICENTINO
493 VI MONTEBELLO VICENTINO
494 VI MONTECCHIO PREC.NO
495 VI MONTICELLO C. OTTO
496 VI MUSSOLENTE
497 VI NOVENTA VICENTINA
498 VI PIOVENE ROCCHETTE
499 VI QUINTO VICENTINO
500 VI RECOARO TERME
501 VI ROSSANO VENETO
502 VI SANDRIGO
503 VI SANTORSO
504 VI SARCEDO
505 VI SAREGO
506 VI SOVIZZO
507 VI TORREBELVICINO
508 VI TRISSINO
509 VI VILLAVERLA
510 VI ZANE’
511 VI ZUGLIANO

TOTALE CONTRIBUTO 2.030.000 euro

____________________________________________________________________________________

Assegnazione ai comuni con popolazione tra 2.000 e 5.000 abitanti del contributo per la realizzazione di investimenti per la messa in sicurezza di scuole, strade, edifici pubblici e patrimonio comunale, per l’anno 2019.

Misura del contributo assegnato 50.000 euro

(Art. 1, comma 107, della legge di bilancio 2019, legge 30 dicembre 2018, n. 145)

851 VI ALBETTONE
852 VI ALTISSIMO
853 VI ARSIERO
854 VI BRESSANVIDO
855 VI BROGLIANO
856 VI CALTRANO
857 VI CARRE’
858 VI CARTIGLIANO
859 VI CASTEGNERO
860 VI CHIUPPANO
861 VI COGOLLO DEL CENGIO
862 VI CONCO
863 VI FARA VICENTINO
864 VI GALLIO
865 VI GAMBELLARA
866 VI GRISIGNANO DI ZOCCO
867 VI GRUMOLO DELLE ABB.SSE
868 VI LUGO DI VICENZA
869 VI LUSIANA
870 VI MASON VICENTINO
871 VI MOLVENA
872 VI MONTE DI MALO
873 VI MONTEGALDA
874 VI MONTEVIALE
875 VI MONTORSO VICENTINO
876 VI NANTO
877 VI NOVE
878 VI ORGIANO
879 VI PIANEZZE
880 VI POIANA MAGGIORE
881 VI POVE DEL GRAPPA
882 VI POZZOLEONE
883 VI ROANA
884 VI SAN VITO DI LEGUZZANO
885 VI SCHIAVON
886 VI SOSSANO
887 VI VAL LIONA
888 VI VALLI DEL PASUBIO
889 VI VELO D’ASTICO

TOTALE CONTRIBUTO 1.950.000 euro

_______________________________________________________________________________________

Assegnazione ai comuni con popolazione inferiore ai 2.000 abitanti del contributo per la realizzazione di investimenti per la messa in sicurezza di scuole, strade, edifici pubblici e patrimonio comunale, per l’anno 2019.

Misura del contributo assegnato 40.000 euro

(Art. 1, comma 107, della legge di bilancio 2019, legge 30 dicembre 2018, n. 145)

1651 VI AGUGLIARO
1652 VI ALONTE
1653 VI ASIGLIANO VENETO
1654 VI CALVENE
1655 VI CAMPIGLIA DEI BERICI
1656 VI CAMPOLONGO SUL BR.
1657 VI CISMON DEL GRAPPA
1658 VI CRESPADORO
1659 VI ENEGO
1660 VI FOZA
1661 VI GAMBUGLIANO
1662 VI LAGHI
1663 VI LASTEBASSE
1664 VI MONTEGALDELLA
1665 VI NOGAROLE VICENTINO
1666 VI PEDEMONTE
1667 VI POSINA
1668 VI ROTZO
1669 VI SALCEDO
1670 VI SAN NAZARIO
1671 VI SAN PIETRO MUSSOLINO
1672 VI SOLAGNA
1673 VI TONEZZA DEL CIMONE
1674 VI VALDASTICO
1675 VI VALSTAGNA
1676 VI VILLAGA
1677 VI ZERMEGHEDO
1678 VI ZOVENCEDO

TOTALE CONTRIBUTO 1.120.000 euro