Emergenza Freddo. 130 senzatetto accolti nelle strutture comunali di via Giordano e contrà San Marco

643
Emergenza Freddo
Marco Zocca assessore al sociale del Comune di Vicenza

Marco Zocca, assessore al Sociale, Paola Baglioni delle Posizioni Organizzative dei Servizi Sociali del Comune, il commissario Guido Guglielmi responsabile delle pattuglie antidegrado della Polizia Locale e Miriana Engano, responsabile del progetto Unità di strada, hanno presentato in conferenza stampa un primo consuntivo della iniziativa “Emergenza freddo” avviata dall’amministrazione di Vicenza a novembre e che assisterà fino a maggio i senza fissa dimora.

Sono due le sedi di accoglienza in città: l’albergo cittadino in contrà San Marco e la struttura comunale di via Giordano, riservata a coloro che non risiedono in città. In quest’ultima, gestita dalla cooperativa Cosmo, concessionaria del servizio per conto del Comune, con la cooperativa Gabbiano 2.0, che si occupa delle attività ausiliarie, si dà ospitalità notturna da novembre a maggio.

“Vogliamo presentare – ha esordito l’assessore Zocca – i risultati veramente significativi che l’équipe che sta lavorando sul territorio da novembre ha ottenuto. La struttura di via Giordano era partita con 44 posti e poi, grazie al lavoro che ha convinto molte di queste persone ad avvicinarsi e a entrare, sono aumentati e il dato odierno è di 48 persone, ma nel mese di dicembre si sono raggiunti picchi di 51. In contra’ San Marco sono accolte principalmente persone con problemi abitativi residenti in città, ma vi sono ospitati anche non residenti, comprese alcune famiglie, per un totale di 79 persone (tra cui 8 donne con 9 bambini).”

Zocca ha ricordato che, nelle scorse settimane, la Curia ha ceduto per vent’anni il diritto di superficie di Palazzo Stecchini Nussi (l’ex studentato San Marco) al Comune, che è capofila dell’ambito Ven6-Vicenza (Missione 5 Pnrr, investimento 1.3 housing temporaneo e stazioni di posta). “Abbiamo progetti – ha precisato l’assessore – che prevedono lavori di adeguamento strutturale a San Marco con l’obbiettivo, per il capoluogo e i comuni limitrofi, di passare da un’ottica di breve termine, limitata al periodo invernale, a una assistenza più completa e continuativa.”

“Nel 2023 – ha aggiunto Zocca – ci sarà un upgrade, nel senso che è stato avviato un progetto, già approvato dal Comitato dei sindaci, che prevede di tenerlo aperto 24 ore al giorno per 365 giorni all’anno, quindi non più solo per l’emergenza freddo. Diventerà una realtà in cui, attraverso assistenti sociali e il lavoro delle associazioni si tenderà a riportare la persona nel mondo sociale, avviando una serie di servizi, da una semplice istruzione della persona ad un avvicinamento a vari tipi di lavori.”

“La cooperativa Cosmo – ha spiegato l’assessore – ha già alcuni degli assistiti coinvolti in una serie di lavori e questo testimonia che non tutti quelli che vengono collegati e avvicinati tornano sul territorio come prima. Questo lavoro sta dimostrando che per una percentuale di loro si sta dimostrando positiva.”

Nella struttura contro l’emergenza freddo di via Giordano i senzatetto sono ospitati sia all’interno (“abbiamo portato dentro quest’anno anche una coppia perché ci sono delle stanzette a due”) sia all’esterno, in una tenda che ha una duplice funzione: serve sia nel caso di persone irriducibili (alcune alloggiavano sotto i portici di Monte Berico) che preferiscono alloggiare fuori sia per qualcuno un po’ alterato.

Per entrare nella struttura si deve sottostare ai controlli alcolemici. Agli assistiti sono forniti il pasto la sera e la colazione la mattina e trovano bagni e lavanderia.

“Il Comune – ha concluso Zocca – spende per questa attività più di 200.000 euro.”

Articolo precedenteCon 1,7 milioni del Pnrr rifatto lato est di Campo Marzo a Vicenza. Ierardi: interventi mirati a migliorare la sicurezza
Articolo successivoAS VelcoFin Interlocks Vicenza, colpo in entrata: ecco la portoricana Sofia Laura Roma
Gianni Poggi
Gianni Poggi risiede e lavora come avvocato a Vicenza. È iscritto all’Ordine dei giornalisti come pubblicista. Le sue principali esperienze giornalistiche sono nel settore radiotelevisivo. È stato il primo redattore della emittente televisiva vicentina TVA Vicenza, con cui ha lavorato per news e speciali ideando e producendo programmi sportivi come le telecronache delle partite nei campionati del Lanerossi Vicenza di Paolo Rossi, i dopo partita ed il talk show «Assist». Come produttore di programmi e giornalista sportivo ha collaborato con televisioni locali (Tva Vicenza, TeleAltoVeneto), radio nazionali (Radio Capital) e locali (Radio Star, Radio Vicenza International, Rca). Ha scritto di sport e di politica per media nazionali e locali ed ha gestito l’ufficio stampa di manifestazioni ed eventi anche internazionali. È stato autore, produttore e conduttore di «Uno contro uno» talk show con i grandi vicentini della cultura, dell’industria, dello spettacolo, delle professioni e dello sport trasmesso da TVA Vicenza. Ha collaborato con la testata on line Vvox per cui curava la rubrica settimanale di sport «Zero tituli». Nel 2014 ha pubblicato «Dante e Renzo» (Cierre Editore), dvd contenente le video interviste esclusive a Dante Caneva e Renzo Ghiotto, due “piccoli maestri” del libro omonimo di Luigi Meneghello. Nel 2017 ha pubblicato per Athesis/Il Giornale di Vicenza il documentario «Vicenza una favola Real» che racconta la storia del Lanerossi Vicenza di Paolo Rossi e G.B. Fabbri, distribuito in 30.000 copie con il quotidiano. Nel 2018 ha pubblicato il libro «Da Nobile Provinciale a Nobile Decaduta» (Ronzani Editore) sul fallimento del Vicenza Calcio e «No Dal Molin – La sfida americana» (Ronzani Editore), libro e documentario sulla storia del Movimento No Dal Molin. Nel 2019 ha pubblicato per Athesis/Il Giornale di Vicenza e Videomedia il documentario «Magico Vicenza, Re di Coppe» sul Vicenza di Pieraldo Dalle Carbonare e Francesco Guidolin che ha vinto nel 1997 la Coppa Italia. Dal 9 settembre è la "firma" della rubrica BiancoRosso per il network ViPiù, di cui cura anche rubriche di cultura e storia.