FIR per truffati banche, senatore veronese Massimo Ferro: “pagati 677 milioni di euro”

Massimo Ferro, senatore di Forza Italia e imprenditore chimico e agricolo
Massimo Ferro, senatore di Forza Italia e imprenditore chimico e agricolo

Il senatore veronese di Forza Italia Massimo Ferro, responsabile del dipartimento economia del partito di Berlusconi, ha scritto alla Presidente della Commissione parlamentare di inchiesta sul sistema bancario e finanziario, Carla Ruocco (M5S) rispondendo a una richiesta del 7 maggio 2021 di ricevere aggiornamenti periodici, su base mensile, in ordine allo stato dei lavori delle prestazioni indennitarie erogate dal FIR, fondo di indennizzo per i risparmiatori danneggiati dai crac bancari tra cui quello delle ex popolari venete Veneto Banca (per cui è in corso il processo a carico del solo ex dg e ad Vincenzo Consoli) e Banca Popolare di Vicenza (per cui si è arrivati a sentenza di primo grado per Gianni Zonin e altri ex dirigenti).

“In particolare alla data del 30 novembre 2021 – scrive Massimo Ferro riportando gli aggiornamenti di Consap SpA, gestore della Segreteria tecnica del predetto Fondo – la Commissione tecnica ha definito n. 115.513 istanze, corrispondente al 80% delle istanze complessivamente pervenute, per un importo complessivamente riconosciuto pari a circa 720 milioni di euro. Con riferimento al numero e all’importo dei pagamenti effettuati – conclude il senatore Massimo Ferro – risultano complessivamente eseguiti n. 124.936 ordinativi secondari di pagamento per un totale di oltre 677 milioni di euro”.

Giornalista pubblicista dal 2020 nato nel Basso Vicentino nel 1987, laureato in Teoria e critica letteraria. Ex presidente dell'associazione culturale e redattore della rivista "ConAltriMezzi". Ho pubblicato racconti nelle raccolte "Write not die" ed "Escape" e poesie in siti vari e "Pagine". Ospite della trasmissione televisiva "MattinaInFamiglia" nel 2013. Ex collaboratore di PopcornTv, Notizie.it, BlastingNews e Vvox