FITD: a BPER Banca un periodo di esclusiva per la finalizzazione della cessione della partecipazione detenuta in Banca Carige

344
Banca Carige
Banca Carige
FITD
FITD

In data odierna, il Comitato di gestione del FITD (Fondo Interbancario di Tutela dei Depositi) – all’esito di una valutazione comparativa delle offerte non vincolanti ricevute e di un articolato processo di valutazione con interlocuzioni e approfondimenti condotti con un numero considerevole di soggetti potenzialmente interessati all’acquisto della partecipazione detenuta dal FITD e dallo ·Schema Volontario in Banca Carige (79,99%), come comunicato lo scorso 28 luglio – ha deliberato di concedere a BPER Banca un periodo di esclusiva di 4 settimane per il completamento di una due diligence confirmatoria e la definizione e sottoscrizione di un contratto di acquisizione nel più breve tempo possibile, e comunque non oltre il 15 febbraio 2022.

L’offerta di BPER Banca ha natura non vincolante e, in caso di perfezionamento dell’operazione, prevede il lancio da parte di BPER Banca di un’OPA sulle restanti azioni di Banca Carige non detenute dal FITD e dallo SVI, per un corrispettivo di euro 0,80 per azione.

Bper Banca, sede centrale
Bper Banca, sede centrale

La decisione assunta dal Comitato di gestione del FITD si inquadra nell’ambito del processo di cessione della partecipazione avviato il 2 aprile 2021 e, in linea con le best practices in materia, strutturato in diverse e apposite fasi preparatorie, esecutive e di perfezionamento dell’operazione, nel rispetto delle previsioni statutarie e di legge riguardanti gli interventi preventivi del Fondo che prevedono, tra  gli altri, specifici limiti qualitativi  (procedure competitive  e trasparenti, economicità e partecipazione qi un soggetto terzo) e quantitativi (principio del minor onere, limiti alla possibilità di intervento).

Nel processo di valutazione il FITD si è giovato del contributo degli advisors Deutsche Bank, KPMG, Prometeia e del consulente legale Gatti Pavesi Bianchi Ludovici, in ordine alla regolarità del processo seguito, al rispetto della normativa e della regolamentazione applicabili, alla concreta realizzabilità in tempi brevi dell’operazione, al progetto industriale sottostante, nonché alla tutela di tutti dei depositanti, i dipendenti e di tutti gli stakeho/ders di Banca Carige.