Giunta Possamai, il commento a ViPiù del sindaco sul nuovo esecutivo di Vicenza

755

Cambiamento, merito, esperienza, equilibrio, azione, obbiettivi, promozione: sono alcune parole chiave usate per introdurre la Giunta Possamai. Il nuovo sindaco di Vicenza le ha proferite nel corso della conferenza stampa di presentazione, tenuta questa mattina a Palazzo Trissino, con indicazione degli eletti scelti come assessori.

Parole che sono state inoltre pronunciate a margine dell’evento mattutino ai microfoni di LaPiù Tv in una intervista che è consultabile nel video in copertina a questo indirizzo oltre che, come sempre, sul Canale YouTube e sull’omonima app gratuita per Ios e Android.

Qui, vi riportiamo testualmente quanto detto dal primo cittadino che nella formazione di quella che ormai è battezzata come Giunta Possamai ha deciso di trattenere a sé diverse deleghe, alcune delle quali in ambiti molto delicati.

“Per il momento – ha detto Giacomo Possamai – ho trattenuto alcune deleghe, alcune con l’idea di tenerle poi anche in futuro, a partire dalla sicurezza, ma altre con l’idea poi di farmi affiancare da alcuni consiglieri delegati. Penso a infrastrutture, alla Tav, alla salute e al benessere. Temi questi sui quali chiederò ai consiglieri comunali di essere coinvolti”.

Bilanciamento di genere e di età. È nell’equilibro di questi fattori la forza della Giunta Possamai? “Di certo è molto giovane – ha detto il sindaco di Vicenza -, quindi in linea con il sindaco. Giovane, ma non giovanissima. L’età media è poco sopra i 40 anni, quindi un’età media che secondo me ci sta per una Giunta. Ci sono persone più di esperienza, altre, tre, che hanno già fatto l’assessore come Cristina Balbi, Isabella Sala e Matteo Tosetto, e ci sono tre persone che hanno già fatto i consiglieri comunali che sono Cristiano Spiller, Giovanni Selmo e Dodo Nicolai. Infine ci sono invece tre new entry assolute, cioè Ilaria Fantin, Leone Zilio e Sara Baldinato. È una giunta equilibrata, che tiene insieme competenza, esperienza e innovazione”.

CLICCA QUI E LEGGI CHI SONO E COSA FANNO GLI ASSESSORI DI POSSAMAI

E c’è anche Sandro Pupillo, il capo di gabinetto del sindaco, nominato ieri, che non difetta in esperienza. “Molto giusto questo – concorda Giacomo Possamai -. Una figura importante che parteciperà alle giunte. Pupillo ha fatto 10 anni il consigliere comunale e di fatto sarà quasi un assessore aggiunto nel senso che è una persona che conosce bene la città, i temi, le questioni, conosce bene la macchina amministrativa e quindi ci aiuterà molto in questo percorso”.

Le deleghe al vicesindaco Sala sono abbastanza consistenti e importanti, ma c’è soprattutto l’assegnazione di compiti specifici come la verifica dell’attuazione del programma, che lei ha definito tipica di un governo, e poi per alcuni assessori verifiche di progetti specifici. “In campagna elettorale ci siamo presi degli impegni chiari con i cittadini e li vogliamo rispettare – spiega Possamai -, per cui ci sarà la vicesindaca Isabella Sala che avrà il compito dell’attuazione del programma, ovvero, di verificare che noi rispettiamo quello che abbiamo detto ai vicentini. Poi ogni assessore, al di là delle deleghe classiche, ha dei progetti da portare avanti. Tosetto quello di rivitalizzazione dei quartieri, centri polifunzionali, iniziative pubbliche. Cristiano Spiller al progetto sulla Ciclopolitana, la novità delle ciclabili collegate lungo i fiumi e lungo la ferrovia. Insomma – ha aggiunto Possamai -, voglio che tutti facciano quello che abbiamo raccontato e detto ai vicentini e voglio che questo sia visibile. Dare un progetto specifico aiuta in questo senso”.

Il 19 giugno è previsto il primo Consiglio comunale: si parte? “Assolutamente sì – ancora il sindaco -. Il 19 giugno era il termine per fare la giunta, noi abbiamo anticipato di qualche giorno per essere subito operativi da lì con il primo consiglio comunale”.