Dopo presidente del Cosenza anche la parlamentare Orrico (M5S) entra a gamba tesa su Lega di B contro (il) Vicenza: l’intervista all’on. Zanettin

Post di Anna Laura Orrico su play out Lr Vicenza - Cosenza
Post di Anna Laura Orrico su play out Lr Vicenza - Cosenza

Dopo l’articolo da breaking news di ieri a firma Gianni Poggi (“Presidente Cosenza Guarascio dubita su “serenità” partita con l’Lr Vicenza, on. vicentino Zanettin al Ministro degli Interni: quali misure per il ritorno?“) abbiamo intervistato il politico ed avvocato vicentino per approfondire il contenuto della sua interrogazione “istituzionale” sulla sicurezza richiesta al ministro degli interni Lamorgese per la partita di ritorno dell’Lr Vicenza a Cosenza.

Pierantonio Zanettin interviene alla Camera fra altri deputati di Forza Italia
Pierantonio Zanettin interviene alla Camera fra altri deputati di Forza Italia

Ma lo abbiamo sentito anche per avere un suo parere su un post di una sua collega cosentina pentastellata, Anna Laura Orrico, successivo a un suo (della collega, ndr) intervento diretto su Balata, presidente della Lega di Serie B, in ciò emulando il presidente del Cosenza Guarascio, che, però, per lo meno aveva titolo a farlo in quanto membro dell’organo calcistico professionistico.

Il gol di Giuseppe Caso annullato dal VAR per cui ha protestato Guarascio, presidente del Cosenza
Il gol di Giuseppe Caso annullato dal VAR per cui ha protestato Guarascio, presidente del Cosenza

On. Zanettin ha destato molto clamore nell’ambiente biancorosso l’interrogazione da Lei presentata al Ministro dell’Interno sulla prossima partita di play out tra Cosenza e Vicenza.

Guarascio, presidente del Cosenza
Guarascio, presidente del Cosenza

Sono rimasto molto colpito da quanto riferito dalla Gazzetta dello Sport circa una telefonata, avvenuta nell’intervallo della partita, con il Presidente della lega di serie B, nella quale il Presidente del Cosenza, contestando alcune decisioni arbitrali, non garantiva un clima di “serenità” nella partita di ritorno.

Giudico questa telefonata irresponsabile, perché riscalda gli animi dei tifosi, ed irrituale sul piano disciplinare.

L’episodio, davvero censurabile, meriterebbe a mio giudizio, un intervento anche in sede federale.

Lei ha dichiarato di essere preoccupato per quanto potrebbe accadere a Cosenza.

Certamente!

A fine  gara si è registrata tanta tensione, anche tra gli staff delle due squadre.

Dopo le parole del Presidente Guarascio, nelle chat dei tifosi cosentini si colgono toni intimidatori.

A Cosenza il Vicenza deve attendersi un clima infuocato.

Cosa ha chiesto al ministro Lamorgese?

Che venga garantita in modo adeguato la serenità e la sicurezza, sia del Vicenza, che dei tifosi al seguito.

Vanno disposte misure eccezionali per evitare intimidazioni o violenze.

On. Anna Laura Orrico (M5S)
On. Anna Laura Orrico (M5S)

Nel frattempo la sua collega on. Anna Laura Orrico del Movimento 5 Stelle dice di aver chiesto al  vertice della Lega Calcio di “monitorare” la gara di ritorno.

Come giudica questo ulteriore intervento?

Spero che il Presidente della Lega abbia rifiutato ogni improprio contatto con la politica.

La “serenità” del match si potrà ottenere solo se chi ha responsabilità, politiche o sportive, abbassa i toni, rinuncia a  inutili protagonismi ed evita anacronistici vittimismi.

 

Fin qui l’intervista con Zanettin.

Ma noi non possiamo non condividere, oltre che l’appello ad attuare le migliori condizioni di sicurezza generale per la partita di ritorno, il suo parere su un intervento di una sua collega parlamentare, Anna Laura Orrico (M5S), che si è rivolta, invece che alle Istituzioni politiche di cui fa parte, direttamente al presidente della Lega di Serie B.

La parlamentare M5S, pur premettendo nel suo post su FB 8in copertina, ndr) che non si interessa al calcio e, quindi, si presuppone non sappia valutare le decisioni tecniche arbitrali, ha adombrato dubbi ulteriori sulla regolarità dei play out in corso per giunta senza supportarli con uno straccio di prove, che non fossero la demonizzazione del Pil del Vicentino e del patrimonio personale dei Rosso..

L’on. Orrico lo ha fatto scrivendo su quello sfogatoio che è sempre di più FB come se fosse una tifosa qualunque in un bar qualunque e non una rappresentante delle Istituzioni a cui pure il M5S dice (anche ora o solo in passato?) di inchinarsi sempre nel rispetto dei ruoli di ogni Istituzione, pubblica come il Parlamento o privata come la Lega Calcio.

La parlamentare, comunque, prima del commento di Zanettin e di quello nostro ha già subito gli effetti delle legge del contrappasso perché dallo sfogatoio, dove ha riversato dubbi e supposizioni più o meno gratuite, ha dovuto subito “bannare” (minacciandoli anche di segnalazioni, non si sa se a FB o ai poteri giudiziari) i frequentatori “volgari” e “incivili” del suo profilo, di cui pure aveva accettalo il cosiddetto “Mi piace” o la virtuale “Amicizia”, attributi senza i quali non avrebbero potuto commentare il suo post…

Rappresaglia social dell'on Anna Laura Orrico verso i suoi amici che non avrebbero rispettato il vivere civile...
Rappresaglia social dell’on Anna Laura Orrico verso i suoi amici che non avrebbero rispettato il vivere civile…

Tutto questo lo diciamo pur non essendo dei particolari estimatori né del fare, in certi casi, affari (e, quindi, Pil) a Vicenza né del presunto “miliardario” proprietario del Vicenza, che abbiamo criticato, su altri fronti, vedi quelli che hanno riguardato dipendenti, donne, di aziende che lavora(va)no in appalto per il suo gruppo, ma che, poi, miliardario non sappiamo se lo sia.

A meno che la nostra rappresentante in Parlamento (nostra perché lì rappresenta tutti noi e non solo i suoi concittadini che l’hanno votata e lì dovrebbe mostrare la sua competenza da legiferatrice) non confonda la città di Vicenza e i suoi valori solo col suo Pil (che comunque non l’ha fatta vincere con la più piccola Pesaro come Città della cultura 2024) e il fatturato dell’azienda con i patrimoni personali…

Ma per accertare presunti gol e presunte competenze forse servirebbe sempre la (o il) VAR

Giovanni Coviello (nato l'8-12-1950) è il direttore responsabile di ViPiu.it, nata come testata cartacea VicenzaPiù il 25 febbraio 2006, poi cresciuta dal 2008 con la sua versione web, che ha integralmente sostituito quella cartacea dal 1° gennaio 2016, e che, da due anni, ha assunto la denominazione attuale, non connotata geograficamente, a significare che il quotidiano web indipendente si occupa di notizie e approfondimenti su Veneto (focus Vicenza), Nord est in genere, Lazio con focus su Roma istituzionale e storica, Riviera di Ulisse e Monti Aurunci, Italia e uno sguardo su Europa e mondo. Dopo un'iniziale esperienza da ingegnere elettronico come ricercatore volontario universitario a Roma (1976) e il servizio militare in Marina Militare come ufficiale di complemento (Accademia di Livorno, 1976-78) ha maturato varie esperienze di vertice, nazionali e internazionali, nel settore dell'informatica (1978-1993), ha ricoperto cariche in Confindustria Roma e Apindustria Vicenza, quindi si è occupato di marketing e gestione sportiva di vertice (volley femminile di A1 a Roma e Vicenza) anche da vice presidente della Lega di Pallavolo Femminile di serie A, è stato direttore editoriale di un inserto di marketing internazionale su Pc Week (Mondadori Informatica), collaboratore di Espansione (Mondadori), per poi concentrarsi direttamente dal 2008 sulle edizioni giornalistiche. È giornalista professionista, ha curato vari libri e pubblicato direttamente, tra questi, “Vicenza. La città sbancata”, “BPVi. Bugie Popolari Vicentine”, “BPVi. Risparmiatori ingannati. L’azione di (ir)responsabiltà”, “Roi, la fondazione demolita”.