Guerra e banche, a Vicenza evento al Caracol a sostegno della Pace con l’analista Giorgio Beretta

333
guerra e banche

Si parlerà delle banche che finanziano la guerra – le cosiddette “banche armate” -, del commercio di armi italiane e della gestione etica e consapevole dei propri risparmi, domenica 21 gennaio 2024, alle 15 e 30 al Caracol Olol Jackson di Vicenza, durante un incontro pubblico organizzato dalla Rete dei Gruppi d’acquisto solidale (Gas) di Vicenza – ReteGas vicentina aps – in collaborazione con il Caracol.

Ospite d’eccezione dell’incontro – dal titolo “Disarmiamo le guerre, Sosteniamo la pace: i nostri soldi e le banche armate” – sarà Giorgio Beretta, analista dell’Osservatorio permanente sulle armi leggere e le politiche di sicurezza e difesa (OPAL) di Brescia, che fa parte della Rete italiana pace e disarmo.

Lo scorso ottobre Beretta ha pubblicato il libro “Il Paese delle armi. Falsi miti, zone grigie e lobby nell’Italia armata” (Altreconomia edizioni, 2023), nel quale raccoglie, sviluppa e approfondisce le ricerche di oltre venti anni sul commercio di armi italiane e i suoi studi e interventi sulle armi nel nostro Paese, sui fenomeni, gravissimi, come gli omicidi familiari e i femminicidi commessi con armi legalmente detenute. Svela le falle e le zone grigie della nostra legislazione sia per quanto riguarda l’export di armi che la detenzione da parte dei cittadini.

La conferenza, durante la quale saranno affrontati questi e altri temi, è a ingresso libero.

Il Caracol Olol Jackson, inoltre, domenica sarà aperto dalle 10.00 per il mercato “Genuino Km EquZero” (fino alle 17.00, con orario continuato): un mercato contadino di produttori naturali del territorio, che collaborano con la Rete Gas vicentina per sostenere un’economia di pace, solidale e rispettosa dell’ambiente.

L’ospite

Giorgio Beretta è analista del commercio internazionale e nazionale di sistemi militari e di “armi leggere” e dei rapporti tra finanza e armamenti. Svolge la sua attività di ricerca per l’Osservatorio permanente sulle armi leggere e le politiche di sicurezza e difesa (OPAL) di Brescia, che fa parte della Rete italiana pace e disarmo (RiPD).

Ha pubblicato diversi studi, oltre che per l’Osservatorio Opal, anche per l’Osservatorio sul commercio delle armi (Oscar) di Ires Toscana (Istituto di ricerche economiche e sociali) della Cgil di Firenze. Collabora con Sbilanciamoci!, e con la Campagna di pressione alle “banche armate”.

Da alcuni anni si dedica in particolare al tema della diffusione delle armi in Italia in relazione al fenomeno degli omicidi in famiglia e dei femminicidi. Scrive per varie riviste, quotidiani nazionali e su alcuni siti di informazione sociale. Nel 2023 ha pubblicato il libro “Il Paese delle armi. Falsi miti, zone grigie e lobby nell’Italia armata” (Altreconomia edizioni).