Inaugurazione del cammino delle Colline del Prosecco con Luca Zaia e Federico Caner

671
Tradizioni venete e paesaggio colline del prosecco (Unsplash.com)
Tradizioni venete e paesaggio colline del prosecco (Unsplash.com)

Sabato 7 luglio l’assessore al Turismo della Regione del Veneto, Federico Caner, parteciperà assieme al Presidente Veneto Luca Zaia all’inaugurazione del Cammino delle Colline del Prosecco a Vidor, a Treviso. L’evento avrà inizio alle ore 10.30 al Tempio sacrario oratorio dell’addolorata di Vidor (Sentiero dei cipressi).

“La Regione del Veneto – spiega l’Assessore Caner – nell’ambito delle azioni di promozione dello sviluppo sostenibile del territorio e del patrimonio naturale, storico-paesaggistico e delle tradizioni locali che lo caratterizzano, ha inteso favorire la diversificazione dell’offerta turistica, sostenendo lo sviluppo di nuove forme di offerta di turismo ecosostenibile, quali i cammini. Itinerari da percorrere a piedi, che collegano fra loro luoghi accomunati da significativi e documentati fatti storici o da tradizioni storicamente consolidate, di interesse storico, culturale, religioso, naturalistico, ambientale, paesaggistico ed enogastronomico. E il Cammino delle Colline del Prosecco racchiude in sé tutti questi elementi e ne fanno uno degli itinerari più suggestivi del Veneto, nel cuore di un territorio riconosciuto Patrimonio dell’Umanità”.

Le Colline del Prosecco

Le Colline del Prosecco di Conegliano e Valdobbiadene, nel nord-est dell’Italia, sono caratterizzate da un caratteristico sistema morfologico a dorsale che offre un carattere montanaro con viste panoramiche e un paesaggio organico evoluto e continuo, composto da vigneti, foreste, piccoli villaggi e agricoltura. Per secoli, il terreno aspro è stato modellato e adattato da pratiche distintive di utilizzo del suolo. Ciò include le tecniche conservative del suolo e del terreno, che comprendono le pratiche viticole che utilizzano le uve Glera per produrre il vino Prosecco di altissima qualità. Dal XVII° secolo, l’uso dei ciglioni – l’uso di terrazze erbose, utilizzate per coltivare aree con forti pendenze – ha creato un caratteristico schema a scacchiera con file parallele e verticali alle pendenze.


Qui tutte le nostre notizie sul Veneto e la Giunta regionale