Indennizzi, rivincita di Brunetta e Zanettin su Berti e governo: “vi avevamo avvisato. Stop farsa”

Pierantonio Zanettin
Pierantonio Zanettin
- Pubblicità -

‘Quando – dichiarano in una nota congiunta Renato Brunetta e Pierantonio Zanettin, deputati di Forza Italia – immediatamente dopo l’approvazione della Legge di bilancio, per primi, abbiamo posto la questione della legittimità della norma varata dal Senato, in merito al Fondo indennizzo risparmiatori, fummo accusati dal capogruppo M5S alla regione Veneto, Jacopo Berti, di ‘perversione politica’. A distanza di oltre 3 mesi, di rinvio in rinvio, di proclama in proclama, la norma si è dimostrata sbagliata e tecnicamente inattuabile. Questo dovrà spiegare lunedì prossimo il premier Conte alle associazioni dei risparmiatori convocate a Palazzo Chigi.

Il ‘governo del cambiamento’ abbia l’umiltà di ammettere l’errore commesso e di modificare il testo della legge, come suggeriamo da tempo. I risparmiatori non devono più essere presi in giro e strumentalizzati in una incessante speculazione politica. Forza Italia si dichiara, ancora una volta, pronta a votare e sostenere una legge che garantisca i giusti indennizzi ai danneggiati.

Il premier Conte e il ministro Fraccaro hanno dichiarato di voler incontrare lunedi’ prossimo le
associazioni dei risparmiatori truffati, nel momento in cui si prendono le decisioni che li riguardano. Ebbene, raccomandiamo al Governo di invitare a Palazzo Chigi tutte, e sottolineiamo tutte, le associazioni di risparmiatori presenti sul territorio e che hanno cooperato nella c.d. ‘cabina di regia’.

Va evitata la farsa dell’assemblea del 9 febbraio, a Vicenza, dove era stata accuratamente selezionata una claque compiacente. Non e’ piu’ tempo per simili buffonate!

-Pubblicità-