Inverno demografico, Sbrollini (IV-A): “Condivido le preoccupazioni. Agire subito”

433
inverno demografico sport e maglia azzurra piano oncologico bolsonaro Carenza medici Vicentino

“Condivido le preoccupazioni espresse da Camilla Cielo. l’inverno demografico, il calo delle nascite è diventato strutturale da anni ed è un tema sul quale occorre agire. Me ne sto occupando personalmente da anni, proponendo anche normative che favoriscano la conciliazione dei tempi, passaggio cruciale per dare alle donne un’opportunità in più per decidere per una maternità consapevole. Però si deve tenere conto di un’organizzazione della famiglia che nel tempo è profondamente cambiata. Su questi temi la Elena Bonetti, da Ministra è intervenuta con iniziative specifiche, concrete e applicabili”.

La senatrice vicentina di Italia Viva-Azione Daniela Sbrollini, interviene sul tema del cosiddetto Inverno demografico.

“La Ministra Bonetti, con il Family Act, ha proposto una visione di investimento nelle politiche familiari anche a sostegno di una rinnovata alleanza tra le generazioni, tra giovani e anziani, e per invertire il trend demografico segnato dal calo delle nascite che è sempre più drammatico. La prospettiva è quella di creare un’alleanza e un nuovo rapporto tra generazioni. Questo si può ottenere, da un lato, con un investimento fattivo di carattere economico e di infrastrutture per la fascia più giovane e, dall’altro, creando le condizioni perché ci sia un percorso di invecchiamento attivo e protagonismo sociale per gli anziani. È una visione nuova che supera quell’approccio a legiferare che ha creato i diritti contrapposti: i diritti degli anziani contro quelli dei giovani, quelli degli uomini contro quelli delle donne. Nella pandemia abbiamo imparato che ci salviamo se questi diritti vengono ricomposti e si sostengono a vicenda”.

Chiude la senatrice: “Per superare l’inverno demografico servono iniziative da parte dei legislatori, certo. Ma la conciliazione dei tempi e la disponibilità di servizi sociali a vantaggio delle famiglie con figli passa anche attraverso una maggiore attenzione concreta da parte delle imprese e delle amministrazioni pubbliche locali”.