La popolazione indiana sempre più vicina a superare quella cinese, ma nel Paese sono aumentate le disuguaglianze

747
India popolazione indiana

La popolazione indiana conta 1,4 miliardi di persone e secondo i funzionari delle Nazioni Unite sta superando quella cinese, che si sta gradualmente riducendo, per diventare la più numerosa del mondo.

Questo cambiamento, tuttavia, nasconde traiettorie drammaticamente divergenti all’interno dell’India, con tassi di fertilità che variano fortemente da Stato a Stato. Nello Stato meridionale di Tamil Nadu, in cui si trovano fabbriche che producono automobili e iPhone, una donna avrà in media 1,8 figli nel corso della sua vita — lo stesso tasso degli Stati Uniti e della Svezia.

Ma in quello del Bihar, nel Nord-Ovest del Paese, una fertile distesa agricola bagnata dal fiume Gange, una donna ne avrà tre, secondo l’ultima indagine nazionale sulla salute delle famiglie indiana, condotta tra il 2019 e il 2021.

Questo esempio illustra l’ineguale trasformazione del Nord e del Sud dell’India, un divario che si è ampliato a partire dagli anni ’80 e che continua a essere sotto gli occhi di leader e politici indiani.

Secondo gli esperti, gli Stati del Sud non solo offrono alle donne un migliore accesso ai contraccettivi e ai servizi di pianificazione familiare, ma anche un’istruzione migliore, un maggior numero di posti di lavoro e uno status sociale relativamente più elevato.

“Dal punto di vista demografico, abbiamo due Indie”, ha affermato Arvind Subramanian, il principale consigliere economico del governo indiano tra il 2014 e il 2018. “L’India meridionale assomiglia già all’Asia orientale”.

Il divario tra Nord e Sud nei tassi di natalità e nello sviluppo complessivo suscita frequenti dibattiti su come ripartire la spesa federale e come assegnare i seggi in Parlamento: mentre il nord ha fatto passi da gigante negli ultimi anni, rimangono differenze significative. Secondo il sondaggio nazionale sulle famiglie del 2021, l’84% delle donne del Tamil Nadu è ora alfabetizzato, rispetto al 55% in Bihar, il più basso in India, mentre il 46% delle donne sposate nel Tamil Nadu ha lavorato negli ultimi 12 mesi, contro il 19,2% delle donne Bihari sposate.

Fonte: The Vision