Appello obbligazionisti BPVi e Veneto Banca dimenticati dal fondo risparmiatori della bozza di legge di bilancio. E sono loro a provare vergogna, non chi li ha raggirati!

- Pubblicità -

Gent.mo direttore, ho sempre apprezzato la trasparenza nei suoi articoli sulle banche venete. per piacere pubblichi queste poche righe in nostra difesa.

“Egregi sottosegretari Massimo Bitonci e Alessio Villarosail fondo risparmiatori della bozza di legge di bilancio a protezione dei risparmiatori truffati delle due banche venete non considera minimamente migliaia di possessori di obbligazioni subordinate acquistate sul secondario. Non è giustizia considerare i risparmiatori di questa orrenda vicenda di serie A e di serie B. 


Gli azionisti tra transazione prima e ristoro oggi acquisiranno già quasi meta’ del capitale investito tra l’altro sempre o spesso in cambio di una contropartita: mutui. prestiti, finanziamenti che a suo tempo si portarono a casa.  

Noi obbligazionisti che abbiamo acquistato titoli sul mercato secondario fidandoci di bilanci farlocchi e di chi alle alte sfere assicurava che il sistema bancario era solido siamo esclusi da ogni comprensione. dr. C. R.”.

La ringrazio, direttore Coviello, se vorrà darci spazio nel suo giornale.

Preferirei che la firma non apparisse pubblicamente per vergogna del raggiro subito.

-Pubblicità-