Le elezioni in Turchia si decideranno al ballottaggio

557
elezioni turchia

Le elezioni presidenziali in Turchia del 14 maggio sono finite al ballottaggio tra due settimane dopo che il presidente in carica, Recep Tayyip Erdogan, non è riuscito a ottenere la maggioranza dei voti, un risultato che ha lasciato il leader in difficoltà nella tornata elettorale più difficile della sua carriera.

Il suo sfidante principale rimane Kemal Kilicdaroglu, leader dell’opposizione, che assicurandosi la vittoria potrebbe ridisegnare il panorama politico del Paese.

Nelle elezioni in Turchia, Erdogan ha ottenuto il 49,4% dei voti contro il 44,8% di Kilicdaroglu, secondo l’agenzia di stampa statale Anadolu. L’aspetto che è emerso maggiormente è il supporto a chi professa politiche contrarie all’accoglienza dei migranti.

In gioco c’è il futuro di uno Stato membro della NATO che è riuscito a spiazzare molti dei suoi alleati occidentali mantenendo rapporti solidi con il Cremlino.

La Turchia, una delle 20 maggiori economie del mondo, ha una serie di legami politici ed economici che abbracciano l’Asia, l’Africa, l’Europa e il Medio Oriente, e le sue politiche interne ed estere potrebbero cambiare profondamente a seconda di chi vincerà.

Fonte: The Vision