“Linea Verde Start” del 26 marzo su Rai 1: il “viaggio” approda in Veneto dove tradizione e tecnologia danno vita all’eccellenza manifatturiera artigiana

716
Linea Verde Start e Roberto Boschetto (presidente Confartigianato Imprese Veneto)
Linea Verde Start e Roberto Boschetto (presidente Confartigianato Imprese Veneto)

La tradizione incontra la tecnologia per esaltare la qualità manifatturiera e così nascono i capolavori di artigianato che sono protagonisti della puntata di ‘Linea Verde Start’ del 26 marzo dedicata al Veneto. Appuntamento su Rai1 alle ore 12 – la notizia che pubblichiamo arriva da Roberto Boschetto Presidente di Confartigianato Imprese Veneto e la si legge nella nota che pubblichiamo di Confartigianato Imprese Veneto(qui altre note su ViPiu.it di questa associazione, ndr).

Il viaggio del programma di Rai1, realizzato in collaborazione con Confartigianato, tocca le province di Verona e di Vicenza per raccontare storie ed esperienze di imprenditori che intrecciano sensibilità artistica e sapienza artigiana, radici e orgoglio identitario, senso di appartenenza al territorio e alla comunità.

Dalla produzione di terre coloranti alla lavorazione dell’oro, dalla costruzione di biciclette alla distillazione di grappa, in Veneto il valore artigiano fa leva sulla passione per il passato, sulla trasmissione di saperi antichi per migliorare e innovare costantemente, con la capacità di soddisfare le esigenze di mercati sempre più attenti all’eccellenza manifatturiera e all’ecosostenibilità. Arte, cultura, economia sono le parole d’ordine alle quali si ispirano le imprese venete, e Confartigianato al loro fianco, per vincere la partita con il futuro.

“Una puntata di Linea Verde Start dedicata al “silenzio” – racconta il Presidente di Confartigianato Imprese Roberto Boschetto -. Il silenzio dei luoghi delle lavorazioni, come quelle delle terre coloranti di Dolci Color, a Verona, dei viaggi con la bicicletta realizzata dall’Officina Dario Pegoretti sempre di Verona ma anche del processo di distillazione negli alambicchi delle distillerie Poli di Vicenza e della preziosità dei materiali come l’oro di Nanis Italian jewels srl, Vicenza”.

“Un primo appuntamento in Veneto a cui siamo certi ne seguiranno altri – prosegue -. Da Marostica abbiamo infatti lanciato il messaggio di un Veneto straordinario in cui ogni piccolo comune porta in dote fascino, storia, arte, lavoro ed economia che dialogano e si alimentano tra loro. Un territorio che conta oggi quasi 125 mila imprese artigiane e i loro 320 mila 500 addetti. Come nel gioco degli scacchi gli artigiani e la loro associazione muovono assieme per vincere. Il “sistema associativo” della Confartigianato Imprese Veneto in particolare è il più strutturato d’Italia e conta 140 sedi e millequattrocento addetti in tutto il territorio regionale. Un sistema che crea una fitta rete di relazioni che vede la nostra Associazione avere quotidianamente una media di 15.000 contatti (di persona e telefonici). Una associazione a servizio di chi è l’ossatura produttiva di intere filiere del made in Italy che senza di noi non esisterebbero: dalla metalmeccanica alla moda, dal legno arredo all’occhialeria sino alle biotecnologie. Senza dimenticare le trasformazioni alimentari ed i distretti “artistici” della ceramica, del vetro, delle maschere solo per citare i più famosi. L’edilizia non esisterebbe senza le nostre 48 mila imprese e quasi 100 mila addetti. I nostri servizi alla persona e alle imprese sono assi portanti a sostegno della prima Regione in Italia per turismo con 20 milioni di arrivi e 71 milioni di presenze all’anno. Insomma senza di noi non esisterebbe il made in Italy. Siamo un patrimonio di imprenditorialità, occupazione, innovazione”.

“In ogni territorio – spiega il Presidente di Confartigianato Marco Granelli – facciamo conoscere al pubblico televisivo i prodotti ‘a valore artigiano’, tanti, diversi tra loro, ma tutti belli, ben fatti, sostenibili, frutto di passione, creatività, tradizioni e grandi innovazioni. Scopriamo insieme perché l’Italia è il Paese più bello del mondo. Anche perché è fatto di milioni di artigiani e di piccoli imprenditori, innamorati del loro lavoro, della loro terra, profondamente radicati nelle comunità e, contemporaneamente, capaci di conquistare i mercati di tutto il mondo. Confartigianato è da sempre al loro fianco, orgogliosa di rappresentarli anche in questa esclusiva collaborazione con Rai 1, e di costruire, insieme a loro, un pezzo del futuro dell’Italia”.

Buon viaggio nell’Italia del valore artigiano!