L’Iran intensifica l’applicazione dell’hijab obbligatorio per le donne

5309
donna iran hijab

Secondo i media locali e un alto funzionario giudiziario, le autorità dell’Iran intendono perseguire le persone che incoraggiano le donne a togliersi il velo e hanno installato telecamere nei luoghi pubblici e sulle autostrade per individuare i trasgressori del rigido codice di abbigliamento del Paese.

Il capo della polizia ha fatto sapere che le donne sorprese senza hijab saranno prima avvertite e poi dovranno affrontare accuse non meglio specificate. Le misure fanno parte di una più ampia repressione contro le donne che hanno violato la legge sull’abbigliamento conservatore e fanno seguito a un movimento di protesta durato mesi e iniziato in parte dalla morte, lo scorso settembre, della ventiduenne Mahsa Amini, arrestata dalla polizia morale a Teheran per presunte violazioni del codice di abbigliamento.

La morte di Mahsa Amini, avvenuta in Iran mentre era detenuta da parte della polizia, ha provocato un’ondata di rabbia e dimostrazioni a livello nazionale contro i leader clericali iraniani: le forze di sicurezza hanno ucciso circa 500 persone nella repressione che ne è seguita, secondo l’agenzia di stampa attivista HRANA, e ne hanno detenute più di 20.000.

A febbraio, la Guida suprema iraniana, l’ayatollah Ali Khamenei, ha annunciato un’ampia amnistia per alcuni prigionieri e a marzo la magistratura ha fatto sapere che molti di loro sono stati graziati.

Fonte: The Vision