Offese via social alle forze dell’ordine dopo chiusura di un bar di Asiago: denunciata una persona per vilipendio

422
offese Guardia di Finanza di Vicenza in azione ad Asiago
Guardia di Finanza di Vicenza in azione ad Asiago

Offese via social alla forze dell’ordine che avevano fatto chiudere un locale di Asiago che somministrava bevande alcoliche ai minorenni: una persona è stata così individuata dalla Guardia di Finanza di Vicenza e denunciata alla Procura della Repubblica di Vicenza per vilipendio alle forze armate dello Stato.

A rendere nota la coda dell’operazione avvenuta a luglio sull’Altopiano dei 7 comuni sono le stesse fiamme gialle vicentine al termine di attività di ricerca informativa per la prevenzione di ogni forma di illegalità economico finanziaria.

Dell’operazione in questione avevamo dato notizia da queste pagine.

“La vicenda scaturisce a seguito di attività svolta nei mesi scorsi dalle Fiamme Gialle asiaghesi attivati da segnalazioni giunte al numero di pubblica utilità 117, nei confronti di un esercizio commerciale sito nel Comune di Asiago che somministrava bevande alcoliche a minori prima dell’inizio delle lezioni scolastiche, il cui esito si concludeva con la contestazione, a carico del titolare di un bar caffetteria, degli addebiti per la citata condotta e l’irrogazione della sanzione amministrativa pari ad € 3.000,00 nella misura massima. 

Lo scorso luglio è stato inserito sulla pagina Facebook di un noto giornale locale un post riferibile ad un’Ordinanza di chiusura del locale pubblico di Asiago per 15 giorni emesso dal Questore di Vicenza, proprio in virtù della reiterazione delle violazioni commesse in materia di somministrazione di bevande alcoliche ai minori, accertate sia dalla Tenenza della Guardia di Finanza di Asiago, sia dal Commissariato della Polizia di Stato di Bassano del Grappa. 

La notizia social è stata commentata anche da un soggetto italiano, residente sull’Altopiano dei Sette Comuni, il quale affermava che l’esposto giunto alle Forze di Polizia dell’Altopiano era creato ‘ad hoc’ e proferiva ulteriori frasi all’indirizzo delle Forze dell’Ordine che sono state ritenute gravemente ingiuriose e lesive del prestigio e del decoro delle Istituzioni della Repubblica, poiché prive di ogni fondamento. 

I Finanzieri della Tenenza di Asiago hanno, così, proceduto a identificare l’autore del post e lo hanno segnalato alla Procura della Repubblica di Vicenza per l’ipotesi di reato di vilipendio. Si rappresenta che la denuncia è stata fatta d’iniziativa da parte della Tenenza di Asiago e che, per il principio della presunzione d’innocenza, la colpevolezza della persona sottoposta ad indagine in relazione alla vicenda sarà definitivamente accertata solo ove intervenga sentenza irrevocabile di condanna”.