Partesa for wine sceglie la “Wine Specialists Council” per il tasting in Puglia

6651
Partesa for wine in Puglia con WSC
Partesa for wine in Puglia con WSC

Dopo la presenza della Wine Specialists Council al Vinitaly di Verona nel 2022 per presentare, sponsorizzare e diffondere in tutta l’enosfera la conoscenza del Moscato di Trani e dopo l’organizzazione e la partecipazione agli eventi di Sweetly, sempre per promuovere il Moscato di Trani, per il 2023 la rinomata azienda Partesa, leader dal 1989 nella distribuzione di bevande nel canale Ho.Re.Ca (Hotel, Restaurant, Café), ha scelto i/le sommelier della Wine Specialists Council per il suo evento in terra di Puglia.

Partesa è attualmente il più grande distributore di bevande di qualità per i ristoranti, gli hotel, i bar e i pub d’Italia, settore economico distinto da quello della grande distribuzione, che rifornisce i supermercati e i punti vendita al pubblico. Questa differenza è fondamentale, per quanto ci riguarda, per comprende le peculiarità del lavoro di Partesa, che ha il compito di collegare produttori, magari anche quelli più piccoli, ma che con grande spirito di sacrificio mettono sul mercato pochi ma pregiati vini di qualità, con consumatori esigenti e attenti ai prodotti che assumono, per i quali sono anche disposti a spendere qualcosa in più pur di poter ricevere dal cibo e dal vino un’esperienza unica.

Tuttavia, al fine di rendere il semplice gesto di bere un vino in un calice una vera e propria esperienza sinestetica, cioè in grado di coinvolgere tutti i sensi, tra il distributore, il ristoratore e il consumatore, deve necessariamente intervenire una figura di mediazione non solo fisica, ma anche culturale, informativa e istruttiva. È necessario che vi sia qualcuno/a che colmi la distanza spaziale e temporale, un/una professionista che possa veicolare il valore dei prodotti di cui il consumatore fruisce in assenza del produttore.

A colmare questo gap di conoscenza, per quanto riguarda il nostro mondo dei vini e di Partesa, in particolare, interviene il/la sommelier, il/la quale diventa una figura chiave fondamentale sia per il produttore, che ha tutto l’interesse a far giungere la sua filosofia di coltivazione, di allevamento e di produzione al consumatore, sia per lo stesso fruitore, che è sempre più esigente, sempre più acculturato e attento ai prodotti che consuma.

Da questo punto di vista, il/la sommelier, così come viene formato/a alla Wine Specialists Council, è capace di comunicare emozioni, non semplicemente note tecniche e mere analisi organolettiche dei vini. Il/la sommelier oltre all’analisi sensoriale, cioè visiva, olfattiva e gustativa, del vino deve essere in grado anche di abbinare un cibo che sia in un equilibro perfetto oppure in un contrasto piacevole con la bevanda degustata.

Non solo, il racconto del vino fatto dal/dalla sommelier deve riuscire a trasportare il/la cliente in un viaggio sensoriale che attraversi il terreno, che faccia respirare l’aria del mare, della collina oppure della montagna, che permetta di scoprire con i sensi la geografia e la storia di un popolo che si è preso cura per molto tempo di vitigni secolari che sono giunti fino ai nostri giorni.

È per questo che il/la sommelier deve ricevere una formazione completa, che parta dalle nozioni chimiche fondamentali per comprendere il processo della fermentazione del mosto che diventa poi vino e giunga alle nozioni storiche e geografiche essenziali per comprendere il concetto di terroir, o pedoclima, cioè quella caratteristica peculiare che rende un vino diverso dall’altro, anche se fosse dello stesso vitigno, anche se fosse di una vigna contigua, ma con esposizione diversa e allevamento differente.

Evidentemente i tipi di Partesa devono essersi accorti che noi della Wine Specialists Council investiamo molto nella formazione dei/delle nostri/e sommelier e puntiamo con altrettanta perizia di particolari all’accuratezza nella comunicazione dei vini, come abbiamo dimostrato nel nostro bollettino periodico del Wine Specialists Journal ospitato con enorme gratitudine da parte nostra da www.vipiu.it.

Sarà per questo, quindi, che per la Puglia l’8 maggio nella splendida cornice romanica e romantica della Città di Trani, presso il Ristorante Gota sul Lungomare Cristoforo Colombo, 17, Partesa ha scelto i/le nostri/e sommelier per un tasting Wine Lab Puglia con le migliori case che l’azienda ha in distribuzione dedicato a Wine Specilists, produttori e ristoratori. Non solo saranno rappresentate in Puglia alcune tra le più prestigiose case vitivinicole italiane, molte delle quali venete e piemontesi, ma anche alcuni importanti Château francesi produttori di champagne e cantine tedesche, slovene e austriache…un vero successo per la Wine Specialists Council e noi non possiamo fare altro che ringraziare Partesa per la fiducia accordataci!

Case vitivinicole a Partesa con WSC
Case vitivinicole a Partesa con WSC