Pfas, il sindaco di Lonigo Luca Restello indignato dal voto europeo: “ipocrisia di questa sinistra è finalmente svelata”

- Pubblicità -

Il Parlamento Europeo – è scritto in un comunicato del Comune di Lonigo – respinge il ?limite zero? per la concentrazione dei Pfas nelle acque a uso domestico e il Sindaco di Lonigo Luca Restello si dichiara ?indignato?. Nella giornata di ieri l’assemblea di Strasburgo, riunita in seduta plenaria, ha rigettato ad ampia maggioranza un emendamento presentato dall’europarlamentare della Lega Mara Bizzotto, che accogliendo una mozione approvata dal Consiglio Regionale del Veneto chiedeva l’imposizione di limiti pari a zero per le sostanze perfluoro-alchiliche nella nuova Direttiva Europea sulla qualità delle acque destinate al consumo umano.

Nella seduta dell’Europarlamento, a cui ha presenziato anche una delegazione delle Mamme No Pfas, è passato invece un emendamento proposto dal Ppe che attesta il limite di 100 nanogrammi/litro per i soli Pfas a ?catena lunga? (Pfos, Pfoa e altri), imponendo il limite complessivo di tali sostanze a 500 nanogrammi/litro.

?Esprimo con forza la mia indignazione – commenta Restello -. Ecco smascherata questa falsa volontà della sinistra di voler tutelare l’acqua dall’inquinamento degli sporcaccioni: al momento della decisione hanno votato contro la proposta della Lega e di Mara Bizzotto di voler portare a livello europeo i limiti di Pfas a quota zero.?

?L’ipocrisia di questa sinistra è finalmente svelata – aggiunge il primo cittadino -. E dobbiamo tutti svegliarci, anche le Mamme No Pfas, per prendere le distanze da questi falsi tutori dell’acqua che ancora una volta qui predicano, parlano, fanno farlocche manifestazioni e poi nei posti di potere decidono a favore dei soliti noti poteri forti europei e italiani.? ?L’acqua – conclude il Sindaco di Lonigo – non è un bene che possiamo ancora sprecare e inquinare impunemente!?.

-Pubblicità-