Piazzale de Gasperi, Celebron: “La visione di città che manca al centro sinistra. Nicolai al sabato parla di bici la domenica difende le auto”

594
Rendering di Piazzale de Gasperi
Rendering di Piazzale de Gasperi

Matteo Celebron, vicesindaco uscente e candidato per la Lega in appoggio a Francesco Rucco, candidato sindaco del centrodestra, replica a Leonardo Nicolai, alleato di Giacomo Possamai con Coalizione Civica, sul tema di Piazzale de Gasperi («Piazzale De Gasperi, Nicolai: “Città sull’orlo del collasso, manca lo studio del traffico e rischiano di saltare 100 posti auto per il commercio”») citando le previsioni di modifica criticate  contenute nei documenti di pianificazione votati da Possamai in Consiglio comunale

Matteo Celebron palpeggiata in strada tav vicenza ciclabili cgil e pd“Da Nicolai solo falsità alla ricerca del facile consenso. Sventolano la paura su cose che in realtà erano già pianificate nei documenti votati da Possamai quando ancora era ancora capogruppo del Partito Democratico in città”. Questa la replica di Matteo Celebron, vicesindaco con delega alla Mobilità che risponde alle critiche mosse da Nicolai sulla pedonalizzazione di piazzale De Gasperi.+

“Nicolai – afferma Celebron – continua in una campagna demagogica senza aver letto le carte. Gli studi del traffico necessari alla modifica sono stati fatti, sia da parte del Comune che di SVT. È inaccettabile che dopo aver governato la città per dieci anni, senza dare alcuna risposta alla presenza di troppi bus in centro storico, oggi Nicolai faccia la lezioncina. In piazza Castello transitano più di 400 autobus al giorno, un numero troppo elevato che sta mettendo a dura prova la vivibilità del centro per perdoni e ciclisti causando grossi problemi anche ai residenti stessi”.

“La scelta di pedonalizzare piazzale De Gasperi nasce proprio dalla necessità di dare nuova vita alle attività commerciali di corso Santi Felice e Fortunato collegandole così a corso Palladio, in un percorso che unisca la cintura delle città al centro storico. La modifica dei posti auto di cui parla Nicolai, non fa riferimento al progetto di piazzale De Gasperi, ma al progetto BRT approvato da Possamai in Consiglio comunale quando era capogruppo del Partito Democratico. Questa amministrazione ha lavorato invece in questi anni per recuperare e individuare nuovi spazi di sosta che non erano stati contemplati in quel progetto: riqualificazione di via Battaglione Monte Berico, riorganizzazione della sosta in Piazzale Giusti”.

“Stessa cosa vale per viale Giuriolo. Anche in questo caso Nicolai dice falsità, per ignoranza o incompetenza. Il progetto della ciclabile sull’argine del Bacchiglione parte almeno un anno fa con incarico dato ai tecnici che si sono dovuti confrontare con la soprintendenza. Anche in questo caso la scelta è vincolata a due documenti di pianificazione facilmente reperibili: progetto BRT sempre del 2016 votato da Possamai e PUM del 2012 approvato da Variati”.

“Come si suol dire carta canta – conclude Celebron – la poca serietà con la quale il centro sinistra sta affrontando questa campagna elettorale dimostra molto del loro modo di fare. Parlano di ciclabilità ma sono contro la ciclabile sul Bacchiglione. Promettono spazi pedonali ma usano la scusa dei commercianti per non volere piazzale De Gasperi solo perché lo ha pensato Rucco. Serve sì un cambiamento, ma di mentalità”.

PUM DI VARIATI CON VIALE GIURIOLO IN DOPPIO SENSO (pagina 195):

https://www.vicenzaforumcenter.it/file/progetti/108018-494-pum_relazione.1364292172.pdf


Qui tutta o quasi la storia in divenire delle elezioni amministrative Vicenza 2023.