Vicenza, un privato curerà il verde di Piazzetta San Giacomo a sue spese: in cambio sconto sulla Tosap

356
verde di piazzetta san giacomo

Il verde di piazzetta San Giacomo di Vicenza sarà curato dai gestori dell’Osteria Bertoliana che vi provvederanno a proprie spese. Lo rende noto l’amministrazione comunale che annuncia il via libera concesso della giunta all’accordo tra pubblico e privato.

Una soluzione già in uso da molto tempo in diverse città italiane e che, ora, trova applicazione nel capoluogo berico. L’intesa tra le parti è stata presentata questa mattina, mercoledì 29 novembre 2023, dal sindaco di Vicenza, Giacomo Possamai, e dall’assessora allo Sviluppo economico e al territorio Cristina Balbi. Era inoltre presente anche il titolare del locale, Daniele Renzi.

In sostanza – è stato spiegato – il privato si è offerto di occuparsi della pulizia e della manutenzione ordinaria di piazzetta San Giacomo di Vicenza, slargo su cui si affaccia il plateatico del locale stesso. Sarà compito dello staff assicurare lo sfalcio e verificare il corretto funzionamento dell’irrigazione della nuova area verde, attività fino ad oggi affidate ad Amcps.

“Grazie alla disponibilità del privato – ha detto il sindaco Giacomo Possamai – avviamo questa innovativa collaborazione che, generando anche un piccolo risparmio per le casse comunali, punta a tenere in ordine e quotidianamente presidiata questa centralissima piazzetta e la sua nuova area verde. Il nostro auspicio è replicare questo modello in molte altre realtà del territorio dove mantenere la città pulita e accogliente è di interesse sia pubblico che privato”.

“È la prima volta – ha quindi aggiunto l’assessora Cristina Balbi – che gli operatori economici di Vicenza, che già portano un grande contributo in termini di idee e iniziative per la vita della città, si mettono a disposizione per la cura dei suoi spazi. A fronte di questo servizio volto a garantire la godibilità della piazzetta, oltre che il suo presidio, il privato godrà di una riduzione del canone patrimoniale di occupazione del suolo pubblico“, ha concluso l’amministratrice comunale.