“Siamo sempre stati scettici, come Lega, nell’assegnazione dei fondi del Pnrr, sia per quanto riguarda i progetti presentati e per come vengono spesi. A dirlo il consigliere regionale Alberto Villanova, presidente dell’Intergruppo Lega – LV durante la discussione in Consiglio Regionale del Veneto della mozione relativa ai fondi del Pnrr e agli interventi a favore dei comuni veneti.

“Il Meridione ha potuto, ingiustamente, sfruttare più risorse del Pnrr, alcune dedicate ad hoc, altre generali e ripartite anche al Sud. È giusto così? Le aziende e le famiglie del Nord valgono meno? – chiede Villanova –  Questi fondi non nascono sugli alberi, devono essere rendicontati e verificato lo stato di avanzamento. Le cose vanno fatte per bene, invece in alcune Regioni del Meridione questi fondi vanno sostanzialmente sprecati. Perché? Perché vengono bocciati i progetti? In alcuni casi delle Regioni del Sud si sono viste bocciare tutti i progetti presentati, centinaia di milioni di euro messi lì a disposizione con il rischio di perderli”.

“Vista le premessa, chiedo che tali fondi, che non vengono utilizzati dal Sud Italia, vengano indirizzati nel nostro territorio, nel nostro Veneto. Le nostre amministrazioni locali sono in grado di spendere i fondi, attraverso progetti adeguati e  rendicontati. Da questo Consiglio regionale del Veneto, – spiega il consigliere – inviamo un messaggio al nuovo Governo che si sta costituendo, un messaggio che ha per oggetto, i fondi Pnrr non spesi al Sud, con l’auspicio che siano indirizzati ai nostri Comuni veneti. Assistiamo ogni giorno a chiusure varie, vedi, le piscine, le scuole,  che non riescono a pagare il riscaldamento; assistiamo ad una situazione disastrosa che riguarda tutti, anche le case di riposo. Se il  Sud d’Italia non sa  spendere questi fondi, dateli a noi!”, conclude Villanova.