Proiettili in una busta per Alessia Bevilacqua, sindaco di Arzignano: da Zanettin a Possamai ferme condanne del mondo politico tutte condivise da ViPiu.it

658
Proiettili in una busta per Alessia Bevilacqua con proiettile minacce
Proiettili in una busta per Alessia Bevilacqua
Proiettili in una busta anonima per Alessia Bevilacqua, sindaco di Arzignano: ViPiu.it e tutti i suoi collaboratori condannano senza se e senza ma il gesto criminale e pubblichiamo, in ordine di arrivo, tutte le posizioni arrivateci dal mondo politico, totalmente solidale col primo cittadino arzignanese a partire dall’opposizione locale al sindaco fino ai parlamentari vicentini, da Luca Zaia, presidente della regione Veneto, fino al candidato sindaco di Vicenza Giacomo Possamai.
Il direttore

Apprendiamo dalla stampa di un gravissimo episodio avvenuto stamattina ad Arzignano, ovvero il ricevimento da parte del Sindaco Alessia Bevilacqua di una busta anonima contenente un proiettile. Noi Consiglieri di Opposizione condanniamo fermamente questo atto vile e violento ed esprimiamo pubblicamente, dopo averlo fatto personalmente, la più viva e sincera solidarietà al Sindaco Bevilacqua.
Questo tipo di minacce vigliacche non possono trovare nessun tipo di comprensione e giustificazione e auspichiamo che il lavoro delle Forze dell’Ordine possa individuare ed assicurare alla Giustizia l’autore dell’infame gesto.
Nicolò Sterle
Alessia Pasetto
Mattia Pieropan
Anna Sartori
Gino Tarperi
Nicolò Panarotto

“Esprimo la massima solidarietà al sindaco di Arzignano (VI) Alessia Bevilacqua, che si è vista recapitare in municipio questa mattina una busta anonima contenente un proiettile. Condanno il vile gesto intimidatorio ed auspico che gli investigatori possano individuare il responsabile”. Lo dichiara in una nota il senatore e capogruppo di Forza Italia in commissione Giustizia al Senato, il vicentino  Pierantonio Zanettin.


“Piena solidarietà al Sindaco di Arzignano, Alessia Bevilacqua, che ha ricevuto oggi un’intimidazione in stile mafioso. Una busta con dentro un proiettile di pistola le è stata recapitata presso gli uffici comunali. Un atto davvero ignobile, i cui autori mi auguro siano garantiti alla giustizia il prima possibile. Sono certo che il primo cittadino non si lascerà intimorire da queste vili minacce implicite e continuerà il suo lavoro sempre nel solco della lotta alla criminalità, per la sicurezza, il benessere e la legalità di un territorio che merita la massima attenzione da parte delle Istituzioni”.
Lo dichiara il deputato vicentino della Lega Erik Pretto.

“Sono al fianco del Sindaco di Arzignano, Alessia Bevilacqua, alla quale voglio manifestare la mia vicinanza. In un Paese democratico e civile, le minacce non sono mai la risposta. L’invio di un proiettile è infatti un gesto molto grave. Cercare di far valere le proprie ragioni con metodi mafiosi non appartiene al nostro Veneto e alla nostra cultura: è un gesto aberrante. Mi auguro che le forze dell’ordine individuino quanto prima il responsabile: le istituzioni non possono essere mai essere messe sotto ricatto”.

Milena Cecchetto, consigliere regionale LN-LV


“Solidarietà al sindaco di Arzignano, Alessia Bevilacqua, per il vile atto intimidatorio di cui è stata vittima. Questa mattina è stata recapitata in municipio una busta anonima con dentro un proiettile. Ringraziamo le autorità giudiziarie per il tempestivo intervento e confidiamo siano presto individuati i colpevoli. Le minacce non fermeranno di certo i nostri amministratori, che lavorano ogni giorno in maniera indefessa e sono costantemente al servizio del territorio”.

Così in una nota la senatrice vicentina della Lega Erika Stefani.


“Esprimo la mia vicinanza e piena solidarietà al sindaco di Arzignano, Alessia Bevilacqua vittima di una minaccia inaccettabile da parte di anonimi vigliacchi”. Il presidente del Consiglio regionale del Veneto Roberto Ciambetti si dice “certo che le forze dell’Ordine sapranno identificare l’autore o gli autori di questa indecente  intimidazione, che non può essere sottovalutata. Al sindaco Bevilacqua, ai suoi collaboratori e a tutti gli arzignanesi, l’assicurazione del pieno sostegno: le Istituzioni democratiche non possono di certo tentennare davanti alla violenza, che non ha giustificazione alcuna”

Roberto Ciambetti, presidente Consiglio regionale del Veneto


“Si tratta di un’intimidazione grave quella che ha colpito la sindaca di Arzignano, cui rivolgo la mia solidarietà e totale vicinanza. Inviare un proiettile, oltre a rappresentare una minaccia violenta, cancella ogni margine di quella serenità nella quale gli amministratori pubblici del territorio hanno pieno diritto per lavorare nel migliore dei modi a beneficio dei cittadini. Purtroppo, in primo luogo i sindaci, sono sempre più spesso bersaglio di questi atti ignobili. Serve alzare il livello di guardia e serve lavorare ovunque per riavvicinare i cittadini alle istituzioni. Per non lasciare soli, soprattutto in questi casi, i primi cittadini e tutti gli amministratori”.

A dirlo il candidato sindaco di Vicenza, Giacomo Possamai, commentando l’episodio odierno relativo alla busta anonima con all’interno un proiettile, recapitata in municipio ed indirizzata alla sindaca di Arzignano, Alessia Bevilacqua.


“Giunga alla prima cittadina di Arzignano la mia vicinanza personale e di tutta la Regione del Veneto. Quanto le è accaduto è un fatto grave e inaccettabile in una società civile. Qualsiasi gesto intimidatorio verso un amministratore pubblico ha un peso ancora più rilevante perché colpisce l’intera comunità che il sindaco rappresenta. In attesa che le indagini facciano il loro corso, ribadisco la mia solidarietà con l’auspicio che atti simili non abbiano più a ripetersi”.

Queste le parole del Presidente del Veneto dopo aver appreso la notizia che oggi Alessia Bevilacqua, sindaco di Arzignano, in provincia di Vicenza, ha ricevuto una lettera contenente un proiettile.

Luca Zaia, presidente Regione Veneto