Rsa Parco Città di Vicenza: il consigliere comunale di minoranza Giovanni Rolando interroga il sindaco Rucco

733
Giovanni Rolando rsa parco città di vicenza stipendi degli amministratori Illuminazione pubblica
Giovanni Rolando (consigliere comunale del Pd di Vicenza)

Rsa Parco Città di Vicenza: il consigliere comunale di minoranza Giovanni Rolando interroga il sindaco Rucco sul futuro della struttura.

Come è noto la residenza sanitaria, gestita da Ipark a sua volta controllata da Ipab Vicenza è stata proposta in affitto di ramo d’azienda con un bando al quale hanno risposto due soggetti privati. La situazione è particolarmente attenzionata dai sindacati (leggi qui) per i rischi che corrono i dipendenti, ma non si tralasciano quelli relativi agli ospiti della casa di riposo vicentina.

Ecco cosa chiede Rolando a Rucco: “Se attraverso questa procedura ed eventuale assegnazione alla miglior proposta del servizio rivolto agli anziani ospiti del San Camillo, viene garantita per tutti gli attuali dipendenti l’assunzione”?

E ancora: “Attraverso quali criteri verranno eventualmente determinate le rette per gli ospiti anziani di degenza onnicomprensiva in riferimento alla sistemazione abitativa e comprensiva di tutti i servizi forniti oggigiorno e senza costi aggiuntivi per gli ospiti”.

Infine, Rolando chiede anche di sapere dal governo cittadino “quale presente e futuro per la gestione delle tre strutture semiresidenziali oggi gestiti dalla società Ipark:
il Centro Diurno Villa Rota Barbieri di via Biron di Sopra, servizio semiresidenziale vocato particolarmente per anziani affetti da sindrome di Alzheimer di grado medio grave per 34 ospiti,  il Centro Diurno socio sanitario Ottavio Trento a vocazione riabilitativa in contrà San Pietro 73 e attualmente ancora chiuso e il Centro Diurno Bachelet di San Pio X, attualmente ancora chiuso. In quale data – domanda il consigliere – tutti e tre i centri diurni di Vicenza riapriranno all’ospitalità per le persone bisognose che ne avanzano richiesta”?