Rucco e il centro destra fanno gruppo in hotel: “Siamo carichi per il ballottaggio più importante della storia di Vicenza”

677
Francesco rucco al viest hotel

Francesco Rucco, candidato di centro destra a sindaco di Vicenza, parla oggi dell’incontro avuto ieri con le anime della coalizione presso un hotel del centro. I toni sono entusiasti a margine del meeting non pubblico, riservato appunto soltanto ai candidati e allo staff elettorale. L’incontro ci era stato preannunciato anche da Dennis Frison, segretario provinciale della Lega (leggi qui).

Ecco cosa è successo dalle parole del leader della coalizione. “Ieri sera è stato un momento bellissimo – afferma Rucco -, eravamo in centinaia per condividere tutti insieme una campagna tanto semplice quanto energetica per far vincere Vicenza e i vicentini al ballottaggio decisivo del 28 e 29 maggio 2023. In tantissimi mi hanno detto che, per la fase che vivremo nei prossimi anni e per i pericoli che percepiscono con la sinistra della Schlein, sarà il ballottaggio più importante della storia di Vicenza, che pure ne ha già vissuti altri 4 in 6 elezioni prima di questa.

Erano tutti super carichi – prosegue Rucco – e la sorpresa piacevole è stata quella di vedere persone non dei partiti o delle liste, ma semplici cittadini che hanno saputo dell’incontro e sono venuti a rendersi disponibili per essere parte attiva delle 32 campagne nelle 32 zone della città. Bellissimo.

E infatti non a caso da questa energia già oggi si comincia a tuffarsi ancora una volta incontrando i vicentini sul territorio. A questa felicità per la carica di amore per Vicenza che sta investendo questa nostra campagna del ballottaggio – aggiunge Francesco Rucco – si unisce quella per aver ottenuto finalmente ieri una piccola vittoria della democrazia e un regalo che avevamo provato a fare per tre mesi ai vicentini. Dopo lunghe attese sulle disponibilità del candidato del PD (Rucco si riferisce a Giacomo Possamai, candidato del centro sinsitra a sindaco di Vicenza, ndr) nelle ultime ore e dopo tre mesi di sue fughe, sono stati organizzati da 4 televisioni i confronti diretti faccia a faccia tra me e lui”.

In questo caso Rucco ritorna ancora una volta sulla polemica che aveva sollevato nel primo turno quando alla sua proposta di “duello” non ha accettato la controproposta di confrontarsi invece con tutti e 6 gli altri candidati sindaco: Giacomo Possamai, Claudio Cicero, Lucio Zoppello, Stefano Crescioli, Edoardo Bortolotto e Annarita Simone.

“Lunedì prossimo – prosegue il candidato di centro destra – a Telechiara all’ora di pranzo, martedì sempre all’ora di pranzo sulla Rai, lo stesso martedì a Reteveneta in prima serata e mercoledì in prima serata a TVA. Saranno l’occasione per fare la cosa più utile agli elettori, far capire con serenità e positività le differenze chiarissime tra due persone e tra due amministratori completamente diversi e con progetti per la città che nascono anche da valori sociali e politici diversi, chi è espressione della sinistra e chi dei moderati del centrodestra civico, chi ha come prima forza a suo sostegno il PD e chi è sostenuto da un centrodestra unito con la forza di una lista civica Rucco Sindaco che rappresenta 1 vicentino su 4 ed è la prima in città come riconoscimento del lavoro di questi 5 anni in Comune.

E questi confronti saranno anche l’occasione per mettere in luce le differenze tra palco e realtà per citare una canzone di Ligabue. Tra il palco delle promesse da campagna elettorale del PD da un lato e dall’altro lato i progetti concreti realizzabili come quelli che abbiamo già reso realtà o avviato noi per il vero cambiamento e rilancio di Vicenza”.


Qui tutta o quasi la storia in divenire delle elezioni amministrative Vicenza 2023