Sorpresi in un parcheggio con 13 chili di cocaina, arrestati due albanesi

282
Squadra Mobile: arrestati due albanesi con 13 kg di cocaina
Gli agenti della Sezione Narcotici della Squadra Mobile di Vicenza fermano e arrestano due due albanesi con 13 kg di cocaina

Avevano scelto il parcheggio interrato di un’area commerciale a Torri di Quartesolo come punto d’incontro per i loro traffici di droga, e sono stati sorpresi dagli agenti della Sezione Narcotici della Squadra Mobile di Vicenza: sono stati così fermati e in seguito arrestati due uomini di origine albanese, G.E. di 45 anni e A.I. di 34 anni. L’operazione è avvenuta nella mattinata di ieri, nel corso di un’operazione di controllo finalizzata al contrasto ed alla repressione del traffico di sostanze stupefacenti a Vicenza ed in provincia.

Gli investigatori della Squadra Mobile hanno notato due auto arrivare a poca distanza una dall’altra e parcheggiare vicine in una zona isolata del parcheggio sotterraneo, e poco dopo i due uomini che dopo una breve conversazione hanno cominciato a scambiarsi una serie di involucri di piccole dimensioni. Gli agenti sono dunque intervenuti, hanno bloccato e identificato i due uomini e hanno poi verificato il contenuto di quanto avevano tentato di scambiarsi.

A seguito di analisi specifiche effettuate dalla Polizia Scientifica della Questura di Vicenza, è stato accertato che gli involucri contenevano sostanza stupefacente del tipo Cocaina, per un peso complessivo lordo di circa 13 Chilogrammi.

Una quantità decisamente ingente di stupefacenti, tanto che gli Agenti della Narcotici hanno deciso di procedere alla perquisizione personale e domiciliare nei riguardi di entrambi gli uomini fermati, che sono apparsi decisamente contrariati all’atto del controllo.

Nella casa di uno dei due, domiciliato in provincia, sono stati trovati e sequestrati circa 36.000 Euro, suddivisi in banconote di vario taglio.

Gli operatori della Squadra Mobile hanno dunque arrestato in flagranza di reato i due albanesi per il reato di detenzione di sostanze stupefacenti destinate alla cessione, illecito previsto dall’art. 73 D.P.R. 309/1990, procedendo contestualmente al sequestro dell’ingente quantitativo di cocaina rinvenuto, del denaro e delle autovetture in loro uso.

G.E. e A.I. sono stati poi condotti alla locale casa circondariale, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.