Arrivano i soldi della Champions League per le italiane

843
Neymar e Mbappé del Psg finalista della Champions League 2019 - 2020
Neymar e Mbappé del Psg finalista della Champions League 2019 - 2020

La Champions League non è solo prestigio e gloria, ma anche e soprattutto soldi per le casse delle squadre. Obiettivo di molti Club del nostro campionato è la qualificazione nella coppa più importante d’Europa proprio per questo motivo.

Tra diritti TV, premi e sponsorizzazioni, gli introiti che ne derivano possono cambiare le sorti di una squadra e influire sulle scelte societarie. Calciomercato, rinnovo dei contratti e investimenti a lungo termine dipendono dal piazzamento e dall’avanzamento in Coppa. Inoltre, più si va avanti, maggiori saranno i premi in palio.

Per darvi un’idea delle cifre di cui stiamo parlando: ogni partita vinta nella fase a gironi vale 2,8Mln€; la qualificazione agli ottavi 9,6Mln€, la qualificazione ai quarti 10,6Mln€, le semifinali 12,5Mln€, la partecipazione alla finale 15,5Mln€ e la vincente 4,5Mln€. Cifre non da poco insomma.

La Uefa ha intanto staccato gli assegni per Inter, Juve, Milan e Napoli relativi al bonus partecipazione e al ranking. Un premio parziale, perché il cammino è ancora lungo e già la prossima partita risulterà decisiva. Per gli appassionati di scommesse Champions non resta che seguire il prossimo turno che vedrà le italiane impegnate tra martedì e mercoledì 11-12 ottobre.

Il premio Uefa per la Champions League

Come abbiamo detto, le italiane partecipanti all’edizione 2022/23 riceveranno dalla Uefa dei premi in denaro legati a diversi fattori. In questi giorni sono arrivati i primi bonifici relativi al bonus partecipazione, uguale per tutte, e al ranking storico/decennale, che cambia per ognuna.

La cifra complessiva si aggira intorno ai 141 milioni di euro. 14,8 milioni sono le quote partecipazione ricevute da ogni società.  Mentre la fetta più grossa, quella relativa al ranking, è stata così distribuita: la Juventus ha preso 33Mln€, il Napoli poco più di 18Mln€, l’Inter quasi 16Mln€ e il Milan poco meno di 15Mln€.

Come si calcola il ranking Uefa

I coefficienti dei club si calcolano osservando i risultati nelle coppe Uefa delle ultime cinque stagioni, e vengono aggiornati dopo ogni turno delle competizioni Uefa. Qualche numero: in Champions League si ottengono 2 punti per ogni vittoria e 1 per ogni pareggio; 4 punti bonus per la partecipazione alla fase a gironi e altri 4 per la partecipazione agli ottavi; 1 punto in più per ogni turno in poi dagli ottavi di finale. Stessa cosa, con punti differenti, vale per Europa League e Conference League.

Prendendo in considerazione la classifica del ranking a inizio stagione (quindi senza i punti delle partite giocate finora) vediamo il Bayern Monaco primo con 138 punti, seguita da Liverpool e Manchester City, entrambe a 134 punti, a Real Madrid quarta con 124 punti. La Juventus, prima italiana in classifica, è all’ottavo posto con 107 punti. Seguono all’11º posto la Roma (100), al 23º posto l’Inter (67), al 24º l’Atalanta (66,5) e al 25º il Napoli (66). Il Milan si trova in 45ª posizione con 38 punti.

I prossimi impegni della Champions

Vediamo quindi come le italiane possono migliorare questo ranking sapendo che anche una vittoria porta dei punti importanti, e ancora di più il passaggio alla fase successiva.

Nel gruppo A il Napoli ha tre vittorie su tre, viene da un dilagante 1-6 in trasferta contro l’Ajax e, proprio contro l’Ajax giocherà la prossima partita di ritorno. Appuntamento al Maradona mercoledì 12 ottobre ore 18:45.

Il gruppo C dell’Inter vede il Bayern Monaco primeggiare con 9 punti, seguito da Inter a 6 e Barcellona a 3. Qualificazione possibile ma difficile, con la corazzata Bayern che sembra avere in tasca il primo posto ed il Barcellona in agguato per scalzare i nerazzurri. L’andata ha sorriso all’Inter, che partirà per la Cataluña mercoledì 12 ottobre per il match di ritorno.

Gruppo E molto combattuto, con la prima e l’ultima distanti appena due punti. Sì perché il Salzburg a quota 5 punti deve guardarsi da Chelsea e Milan a 4 e dalla Dinamo Zagabria a 3. Un girone dalle infinite possibilità e combinazioni, dove ogni partita diventa decisiva. E la prossima sfida del Milan vede i rossoneri ospitare in casa il Chelsea, vincitori per 3-0 all’andata, martedì 11 ottobre alle ore 21:00.

Chiudiamo con il gruppo H della Juventus, ferma a tre punti dietro a PSG e Benfica, entrambi a 7. Una situazione difficile, dove non si può più sbagliare. Servono tre vittorie ai bianconeri per strappare il pass della fase successiva. Prossimo incontro in Israele contro il Maccabi Haifa martedì 11 ottobre alle 18:45.