Spettacoli dal vivo Veneto: fino al 31 maggio possibile presentare domanda per contributi per spese di investimento

Palazzo Balbi
Palazzo Balbi

Spettacoli dal vivo in Veneto: scadranno il prossimo 31 maggio i termini del bando entro cui possono essere presentate le domande per la concessione di contributi a titolo di supporto alle spese di investimento sostenute da parte degli operatori professionali del settore. Il bando, frutto di una convenzione tra Regione e Unioncamere Veneto, ha una dotazione di 1 milione di euro ed è destinato ad operatori operanti nei settori del teatro, della danza, della musica e del circo contemporaneo con sede operativa in Veneto che, alla data del 31 dicembre 2019, non rientravano tra i destinatari del Contributo del Fondo Unico Spettacolo (FUS) e non sono gestiti in forma partecipata pubblica.

“Si tratta di un bando che è il risultato di una collaborazione fattiva tra Regione e Unioncamere che in conformità con le rispettive finalità istituzionali, può assicurare un uso più efficace ed efficiente delle risorse pubbliche e il raggiungimento di migliori e maggiori risultati – afferma l’Assessore alla Cultura, Cristiano Corazzari, che prosegue – “L’attrattività turistica e la competitività del territorio si basano anche su strumenti come questo a dimostrazione che la cultura è un volano importantissimo”. 

Le spese di investimento ammissibili dall’intervento sono quelle finalizzate a: ristrutturazione e manutenzione straordinaria di beni immobili, costituiti da fabbricati non residenziali; demolizione, ristrutturazione, recupero e manutenzione straordinaria di opere e impianti; acquisto di impianti, macchinari, attrezzature tecnico-scientifiche, mezzi di trasporto e altri beni mobili ad utilizzo pluriennale; oneri per beni immateriali ad utilizzo pluriennale; spese di investimento sostenute per l’acquisizione di strumenti di prevenzione per il contenimento della pandemia da COVID-19.

Per gli operatori del settore Spettacoli dal vivo in Veneto, le domande possono essere presentate, esclusivamente in modalità telematica attraverso lo sportello on line “Contributi alle imprese”, all’interno del sistema Webtelemaco di Infocamere.