Contrà Canove Detta anche Canove Nuove, il nome significa case nuove ed appare in un documento del 1395  (rubrica “Toponimi vicentini narrati da Luciano Parolin”, qui tutti gli articoli, ndr). Il 14 novembre 1912 la commissione comunale aveva proposto di chiamarla Via Vincenzo Gonzati, lo storico vicentino che lasciò tutte le sue pubblicazioni alla Biblioteca Bertoliana. La proposta fu respinta per la decisione di non modificare i nomi delle strade entro le mura cittadine.

Contrà Canove Vecchie Laterale di Corso Palladio, lunga 100 metri. Esiste nel nome un’evidente contraddizione; sarebbe propria la denominazione Cà Vecchie, ma ormai la tradizione ed il popolo non bada alla anomalia. In questa contrà scorreva un fossato artificiale, la roza del collo, che scendeva sino a piazza Matteotti circondando una lingua di terra chiamata l’Isola, poi cancellata dalla costruzione di Palazzo Chiericati.

Contrà Canove vecchie
Contrà Canove vecchie