“Toponimi vicentini narrati da Luciano Parolin”: Contrada Porti, dal nome del casato della famiglia Porto

Contrada Porti (Vicenza-Francesco Dalla Pozza-Colorfoto per ViPiù)
Contrada Porti (Vicenza-Francesco Dalla Pozza-Colorfoto per ViPiù)

Contrada Porti. Dal nome del casato della famiglia Porto (qui la mappa, rubrica “Toponimi vicentini narrati da Luciano Parolin”, qui tutti gli articoli, ndr). Contrada Porti è una delle più belle strade della città, ricca di palazzi e fastose dimore del nobile casato, la cui storia comincia nel 1430 con Giovanni Porto, maestro di Diritto a Padova; Luigi Bernardino, nato nel 1486 e morto da ferita il 10 maggio 1529, autore della novella Giulietta e Romeo.

Leonardo, morto nel 1545, e altri uomini d’armi: Gabriele, suo figlio Leonardo, Ippolito, Antonio, cultore della lingua greca, suo figlio Luigi, morto il 10 giugno 1848 nella battaglia del Monte Berico.

Con delibera podestarile del 24 febbraio 1931, il comune intitolava la Scuola Elementare di Piazzale Marconi a Luigi da Porto. Ippolito Porto è sepolto a San Lorenzo.