Via Virgilio Bardella. Già via del Cimitero  (qui la mappa, per la rubrica “Toponimi vicentini narrati da Luciano Parolin” leggi qui tutti gli articoli di ViPiu sulle vie di Vicenza, ndr). Bardella nasce a Vicenza nel 1825 e muore durante la difesa di Vicenza del X giugno 1848.

Il conte Giovanni da Schio dell’Ufficio toponomastica del Comune, nell’intitolare Via Virgilio Bardella, così descrive il martirio del Bardella: «Era istruito nella scienza degli ingegneri. Si dedicò all’artiglieria nella rivoluzione del 1848. Il 10 giugno si trovava con il suo cannone a Santa Lucia e fu ferito alla barricata. Ritiratosi a Casa Monza, ove fu curata la ferita, si vergognò di aver lasciato il suo posto e vi ritorna, un secondo colpo lo ferisce a morte. Gridando Viva l’Italia, spirò poco dopo all’Ospitale».