A Vicenzaoro sono oltre mille i brand espositori che saranno presenti dal 9 al 13 settembre al salone internazionale dell’oreficeria e gioielleria di Italian Exhibition Group (IEG), nel quartiere fieristico di Vicenza assieme a VO Vintage (9-11 settembre).

Tra gli speaker della prossima edizione figure chiave  dell’industry, voci autorevoli di imprenditori, istituzioni, thought leaders e key influencers globali della gioielleria  come Guido Grassi Damiani, presidente del Gruppo Damiani e del Comitato Etico di Assogemme, Julien Stervinou, Head of Sustainable Innovation Lab for Watches & Jewelry di Kering, Iris Van der Veken, direttore esecutivo di  Watch & Jewellery Initiative, Lynn Yeager, firma di Vogue USA e del New York Times, sino a Marianne Fisher e  Ida Faerber, che rappresentano la quarta generazione di due marchi globali del commercio di gioielli antichi e  vintage.

VERO È BELLO, PAROLA DI DAMIANI

Nel mercato globale del gioiello, in cui la parola tecnologia è pressoché sinonimo di «sintetico», come possiamo  fare inequivocabilmente chiarezza su “vero” e “falso”? Sarà Guido Grassi Damiani a rispondere, sabato 10  settembre a Vicenzaoro September, per valorizzare a tutto campo la professionalità dei gioiellieri italiani. Il  presidente di Gruppo Damiani e del Comitato Etico di Assogemme parteciperà al talk firmato Assogemme “Vero  è bello. L’importanza e il valore dei diamanti naturali per la gioielleria italiana” con l’introduzione del presidente  dell’Associazione Paolo Cesari e del presidente di Federorafi Claudia Piaserico.

Sul main stage di Vicenzaoro, nel pomeriggio di venerdì 9 settembre, anche Jerome Favier, amministratore  delegato del Gruppo Damiani, per una overview sulle sfide del mercato e sulle scelte strategiche che segneranno il futuro sviluppo della maison.

LO SCENARIO ITALIANO NEL REPORT INTESA SANPAOLO

Saranno Stefania Trenti, responsabile Industry Research della Direzione Studi e Ricerche Intesa Sanpaolo, e  Augusto Ungarelli, presidente Vendorafa Lombardi e past president del Club degli Orafi Italia, a scattare la fotografia dello stato dell’arte della filiera orafo-gioielliera italiana. Nel talk della giornata inaugurale, venerdì 9  settembre, “Il settore orafo italiano, uno scenario complesso e incerto” organizzato in collaborazione con il Club  degli Orafi Italia, i risultati della ricerca di settore realizzata dal Centro Studi Intesa Sanpaolo.

TRENDVISION: È IL MOMENTO DEL METAVERSO

L’industry orafo-gioielliera, come altre filiere globali, è attraversata dall’economia digitale che ne amplifica  creatività e canali di vendita con le tecnologie blockchain e l’evoluzione del web nel metaverso. A delinearne gli  effetti a medio termine sabato 10 settembre “Chromaverse. How the Metaverse and NFT’s are effecting  Consumers and the Jewellery sector”, l’evento di Trendvison Jewellery + Forecasting condotto da Paola De Luca,  creative director e co-founder con IEG, in occasione della presentazione in anteprima del nuovo Trendbook 2024+. Tra gli ospiti Rebecca Forster, presidente di Hearts on Fire, Angie Marei, founder & fine jewelry designer di Marei

New York, Anna Adriani, marketing director del Fondaco dei Tedeschi by DFS a Venezia, Naman Sidharth, co-founder of NFJ Labs, e il ritorno a Vicenzaoro di Lynn Yeager, contributor di Vogue USA e del New York Times.

NEI SEMINARI DI CIBJO LE SFIDE DELLA GLOBAL INDUSTRY

“A new paradigm for marketing diamond jewellery: shifting the focus from men to women” è il primo dei due  seminari di CIBJO, la Confederazione Mondiale della Gioielleria, entrambi domenica 11 settembre. Si focalizzerà  sui nuovi ruoli sociali che la donna rivendica anche nell’acquisto di gioielli e preziosi, con l’introduzione del  presidente Gaetano Cavalieri e gli interventi di Julien Stervinou, Head of Sustainable Innovation Lab for Watches  & Jewelry di Kering, Mina El Hadraoui, direttrice del Natural Diamond Council France, la giornalista Bérengère  Treussard di Like AB, e i moderatori Edward Johnson (Edward Johnson Consulting) e Elle Hill (Hill & Co). Il secondo  appuntamento, “Developing a global approach to jewellery supply chain regulation”, sarà sulle opportunità di una  regolamentazione su scala globale della filiera orafo-gioielliera. Tra gli speaker Iris Van der Veken, executive  director di Watch & Jewellery Initiative, Tiffany Steven, presidente e CEO di Jewelers’ Vigilance Committee USA,  Sara Yood, Deputy General Counsel del Jewelers Vigilance Committee USA e John Mulligan, Market Relations &  Climate Change Lead di World Gold Council.

GIOVANI DESIGNER: SPAZIO AL TALENTO

Domenica 11 settembre Ellen Joncheere, CEO di HRD Antwerp, e Gaetano Cavalieri, presidente di CIBJO che  patrocina l’iniziativa insieme ad Italian Exhibition Group, presenteranno la nuova edizione di HRD Design Awards  la cui premiazione sarà ospitata a Vicenzaoro January 2023, attraverso le idee creative per migliorare il settore  sviluppate da tre giovani talenti, finalisti di passate edizioni del concorso.

VINTAGE E ANTIQUE JEWELRY, IL GIOIELLO TRA PASSATO E MODERNITÀ

Il valore iconico dei preziosi raccontato da chi ha alle spalle tre generazioni di ricerca e commercio di pezzi unici,  che sono la storia stessa del gioiello. Sabato 10 settembre, Marianne Fisher al timone di Paul Fisher Inc. e Ida  Faerber di Faerber Collection dialogheranno con Amanda Triossi, storica del gioiello, autrice e curatrice, e Marie Cécile Cisamolo, Director Jewelry Specialist in Sotheby’s, nel talk “Vintage and antique jewelry: among past and  modernity”, curato e moderato da Donatella Zappieri, jewelry business consultant.

L’approfondimento sulla gioielleria vintage arricchisce con un confronto B2B rivolto agli operatori di settore  l’articolato programma di talk e seminari aperti al pubblico di VO Vintage, l’evento di IEG che dal 9 all’11 settembre accoglierà nel foyer al primo piano della fiera di Vicenza esperti, collezionisti e appassionati di  orologeria e gioielleria vintage di pregio del calibro di Ugo Pancani, Sandro Fratini e Bruno Bergamaschi.

Gli eventi segnalati si potranno seguire anche in streaming sulla piattaforma di IEG The Jewellery Golden Cloud  con servizio di traduzione simultanea. Il programma aggiornato è su www.vicenzaoro.com.

FOCUS ON ITALIAN EXHIBITION GROUP

Italian Exhibition Group S.p.A., società con azioni quotate su Euronext Milan, mercato regolamentato organizzato e gestito da  Borsa Italiana S.p.A., ha maturato negli anni, con le strutture di Rimini e Vicenza, una leadership domestica nell’organizzazione  di eventi fieristici e congressuali e ha sviluppato attività estere – anche attraverso joint-ventures con organizzatori globali o  locali, come ad esempio negli Stati Uniti, Emirati Arabi Uniti, Cina, Messico, Brasile, India – che l’hanno posizionata tra i principali  operatori europei del settore.

PRESS CONTACT IEG

Elisabetta Vitali, head of corporate communication; Marco Forcellini, press office manager; Michela Moneta, press office coordinator; Luca Paganin, press office specialist

MEDIA AGENCY ITALIA: MY PR Lab T. +39 0444.512550 – Filippo Nani +39 335.101.93.90 [email protected]

Il presente comunicato stampa contiene elementi previsionali e stime che riflettono le attuali opinioni del management (“forward-looking statements”)  specie per quanto riguarda performance gestionali future, realizzazione di investimenti, andamento dei flussi di cassa ed evoluzione della struttura  finanziaria. I forward-looking statements hanno per loro natura una componente di rischio ed incertezza perché dipendono dal verificarsi di eventi futuri. I  risultati effettivi potranno differire anche in misura significativa rispetto a quelli annunciati, in relazione a una pluralità di fattori tra cui, a solo titolo  esemplificativo: andamento del mercato della ristorazione fuori casa e dei flussi turistici in Italia, andamento del mercato orafo – gioielliero, andamento del  mercato della green economy; evoluzione del prezzo delle materie prime; condizioni macroeconomiche generali; fattori geopolitici ed evoluzioni del quadro  normativo. Le informazioni contenute nel presente comunicato, inoltre, non pretendono di essere complete, né sono state verificate da terze parti  indipendenti. Le proiezioni, le stime e gli obiettivi qui presentati si basano sulle informazioni a disposizione della Società alla data del presente comunicato.