Direzione Nazionale MI ad Avellino: il presidente Mauriello ha “guidato” l’evento ospitando anche Del Deo, sindaco di Forio d’Ischia, e tenendo “a bada” Sgarbi…

2018

Meritocrazia Italia, con alla guida Walter Mauriello, di cui proponiamo in copertina la nostra intervista esclusiva al termine della giornata, ha rinnovato l’incontro con dirigenti e associati, programmato per oggi,  sabato 16 dicembre e per domani 17, presso la sala congressi del rinomato Hotel de la Ville di Avellino (BN).
Davanti a un centinaio di presenti tra cui molti esperti di vari settori e i responsabili dei dipartimenti tematici dell’associazione/movimento oltre a molte centinaia che hanno seguito la diretta su Facebook (qui il link al video completo), di seguito il video stesso), i saluti della città sono stati portati dal giovane e “convinto” primo cittadino Gianluca Festa, che, per caratterizzare il suo mandato, ha esordito nel suo accalorato intervento dicendo “io non sono il sindaco, io faccio il sindaco“.

Già la prima giornata della convention di Meritocrazia Italia è stata l’occasione di confronto e dibattito su temi di fondamentale importanza per il nostro Paese, quali: Formazione, Merito, Pnrr, Giustizia, Riforma della Legge elettorale.
La Direzione Nazionale è stata introdotta dal Consigliere Regionale MI Campania, Giuseppe Cataldo ed ha avuto come ospiti “a distanza” il sindaco di Forio d’Ischia, Francesco Del Deo, e Vittorio Sgarbi, col quale il presidente Walter Mauriello ha “intrattenuto” un confronto. vivace chiuso da una sua battuta con cui ha, forse per la prima volta nella sua storia, tolto al deputato di “Rinascimento” la capacità di replicare.

Ma tutto questo, e di più, è visibile ed ascoltabile nel video completo dell’evento che seguiremo anche domani mentre il “cuore” del Walter Mauriello pensiero è in queste sue frasi, con cui anticipava sintetiamente i temi della due giorni avellinese:

il nostro Paese è pieno di risorse importanti e numericamente imponenti, che, tuttavia, sono in stallo mortificate e sfiduciate da una politica autoreferenziale che non contempla tra i suoi obiettivi la valorizzazione del capitale umano, le soluzioni di visione collettiva, i reali bisogni dei comparti in affanno. Meritocrazia nasce con il proposito di invertire questa tendenza ed oggi possiamo orgogliosamente affermare che il movimento cammina sulle idee, sulle proposte, sui contributi di tutti coloro che hanno deciso di dedicare le proprie capacità e potenzialità al servizio della collettività; il Logo MI è un laboratorio in fermento e sarà difficile da fermare. Siamo lontani da quel punto di svolta che consentirebbe di ritrovare l’equilibrio. È importante che qualcuno trovi il coraggio di uscire dal coro, di dismettere il conforto del qualunquismo, di ricercare la vera libertà, che si trova lontano dalla verità costruita ad arte da una stampa infedele, dalla felicità della ricchezza materiale. La Cultura, solo la Cultura, può salvare il mondo.”..

——

Qui tutti le news su Meritocrazia Italia