?Antonio Fogazzaro: Un grande della cultura veneta?, il prof Baldo in villa Tacchi

- Pubblicità -

Antonio Fogazzaro (Vicenza 1842 – ivi 1911) – è scritto in una nota del Comitato Pro loco UNPLI Vicenza – Uno dei principali protagonista della letteratura italiana di fine Ottocento. Le sue opere, tradotte in moltissime lingue del mondo sono un riferimento perché egli indagò il mondo sentimentale e religioso dei protagonisti. Ebbe un’educazione religiosa e patriottica, dallo zio don Giuseppe, e poi da G. Zanella. 

La fede e l?amor di patria pervasero la vita di Antonio Fogazzaro e ciò fin dalla prima formazione per opera dello zio don Giuseppe Fogazzaro e di colui che, oltre a maestro, sarà uno dei più preziosi amici, l?abate Giacomo Zanella che è considerato il poeta dell?unità d?Italia.

Scrisse moltissimo, dapprima poesie che giungono all?apice con Miranda e poi diversi romanzi:Malombra, 1881; Daniele Cortis, 1884; Piccolo mondo antico, 1895, ritenuto il suo capolavoro). Affrontò il conflitto tra fede e scienza, e tra cattolicesimo e mondo moderno. Il romanzo Il Santo (1906) venne messo all’Indice per la sua impostazione modernista. Fu candidato al premio Nobel per la letteratura, che gli fu però negato per la sua   sottomissioni alla chiesa cattolica, dopo le vicende del romanzo Il Santo.

In occasione del centenario nel 2011 si è fatta luce anche sulle vicende ?private?, aprendo un lascito di documenti, donato alla Biblioteca Civica Bertoliana dal marchese Boso Roi ed è stata pubblicato lo scritto giovanile sulla Pace di Villafranca (1859) (Editrice Veneta 2011) che il giovane Fogazzaro contestava perché lasciava il Veneto al dominio austriaco.

Per ?Storie E Immagini Di Cultura Veneta? giovedi? 18 Ottobre 2018 ? Ore 20.30, Sala Degli Stucchi villa Tacchi Viale Della Pace 87 ? Vicenza, ?Antonio Fogazzaro: Un grande della cultura veneta? sarà la conferenza a cura del prof. Italo Francesco Baldo

-Pubblicità-