Cattaneo (FI) bacchetta le opposizioni: “Criticano quello che abbiamo fatto, dimenticando quel che non hanno fatto”

403
primarie pd spazio negato cattaneo Forza Italia vicenza
Roberto Cattaneo

Criticano quello che abbiamo fatto noi dimenticandosi di quel che non hanno fatto loro. Secondo Roberto Cattaneo, segretario di Vicenza di Forza Italia e componente dell’amministrazione Rucco, gli avversari politici avrebbero messo in campo questa nuova strategia in quella che, a tutti gli effetti, si può considerare già campagna elettorale.

“Non passa giorno – scrive Cattaneo in una nota stampa – senza che un componente dell’opposizione consigliare se ne esca con l’accusa alla maggioranza di non aver fatto niente durante questi anni dal 2018 a oggi, comprendendo nel conto anche quelli del Covid 19. Per loro questa giunta ha dormito tutto il tempo.

Citano come non fatte anche cose che in realtà sono state realizzate e non modificano il loro atteggiamento anche quando vengono messi di fronte alla realtà. Imperterriti, marciano compatti contro la verità”.

A questo punto del ragionamento, allora, Cattaneo ribalta la questione: “Chiederei a questi colleghi – aggiunge nella nota – di spiegare a sé stessi e ai vicentini cosa hanno fatto loro quando gestivano la nostra città. Per anni, e non pochi, hanno fatto parte della maggioranza di governo come consiglieri, presidenti di commissioni, assessori e qualcuno come sindaco, anche se ora non sono più in Consiglio.

Alcuni hanno avuto deleghe importanti, con uffici e personale qualificati a loro disposizione oltre che fondi e strumenti”.

Eppure, prosegue il forzista Cattaneo “degli anni della loro gestione non rammento praticamente nulla di importante e qualificante prodotto a beneficio di Vicenza. Tutt’al più mi vengono in mente cose gestite male e peggio realizzate”.

Parte quindi l’elencazione delle opere non compiute o gestite male dall’amministrazione precedente a quella attuale. “Penso alla sicurezza che non esisteva – inizia l’elenco -, alla cura dei parchi che non veniva effettuata, al traffico oggetto di invenzioni ardite, alla questione della TAV presentata in fretta e furia con l’imperativo di prendere o lasciare, al Parco della Pace tanto esaltato ma più un problema che un beneficio, al nuovo fantastico stadio promesso e mai neppure progettato, all’arredo urbano dimenticato, al Centro Storico e alle periferie lasciate nel dimenticatoio, alla residenzialità pubblica, agli anziani, alle iniziative culturali stabili, eccetera. Un unico risultato – sentenzia Cattaneo -: il nulla.

Non fanno una piega questi amici e colleghi. Come se non ci fossero stati e se c’erano, dormivano. Oggi, ci rinfacciano non quello che ha fatto questa amministrazione, ma quello che non hanno fatto loro. Probabilmente – conclude ironicamente il consigliere di Forza Italaia – è una nuova strategia elettorale quella che stanno mettendo in atto, ma non mi sembra una grande idea”.


Qui tutta o quasi la storia in divenire delle elezioni amministrative Vicenza 2023