Centro Sollievo Marostica, riparte il servizio. ULSS 7: “Supporto alle persone con demenza”

617
Centro Sollievo di Marostica

Riapre il Centro Sollievo di Marostica, un servizio di grande importanza per le persone con demenza e i loro familiari. L’inaugurazione ufficiale si è svolta questa mattina alla presenza di autorità regionali, provinciali e locali.

Erano presenti l’assessore alla Sanità della Regione Veneto, Manuela Lanzarin, il presidente del Consiglio Regionale Roberto Ciambetti, i vertici dell’ULSS 7 Pedemontana rappresentati dal direttore generale Carlo Bramezza e dal direttore dei Servizi Socio-Sanitari Eddi Frezza, il Sindaco Matteo Mozzo e l’Assessore al Sociale Renato Bertolin in rappresentanza dell’amministrazione comunale di Marostica. Insieme a loro i sindaci dei Comuni limitrofi e Massimo Lazzarotto, presidente di A.M.A.d. – Associazione Malati a di Alzheimer e altre Demenze.

Il Centro Sollievo di Marostica, denominato “Dame e Cavalieri”, può accogliere fino a 12 persone e si trova in via Panica, all’interno del Centro Socio Sanitario Prospero Alpino. Il Comune di Marostica ha concesso in comodato d’uso i locali all’ULSS 7 Pedemontana, che ha finanziato il progetto.

Il centro sarà gestito da operatori sanitari e volontari coordinati da A.M.A.d., l’Associazione Malati di Alzheimer e altre Demenze. Inizialmente sarà aperto un giorno la settimana, ma l’obiettivo è di ampliarne l’orario di apertura in futuro.

“La riapertura del Centro Sollievo è un’importante opportunità per le persone con demenza e i loro familiari” ha dichiarato l’Assessore Regionale alla Sanità Manuela Lanzarin. “Il servizio offrirà un momento di sollievo e di svago alle persone con demenza, consentendo ai loro familiari di potersi dedicare ad altre attività”.

“Il Centro Sollievo è un servizio fondamentale per il territorio” ha aggiunto il sindaco di Marostica Matteo Mozzo. “Ringraziamo l’ULSS 7 Pedemontana, A.M.A.d. e tutti coloro che hanno contribuito alla sua realizzazione”.

Sull’importanza del lavoro di rete alla base di questo risultato si è soffermato il direttore generale Carlo Bramezza: “La riapertura del Centro Sollievo di Marostica è un esempio di successo della collaborazione tra Azienda socio-sanitaria, amministrazioni comunali e mondo del volontariato. Questo modello di sinergia è fondamentale per il buon funzionamento dei servizi territoriali, che devono garantire un’assistenza di qualità e inclusiva alle persone con demenza”, ha detto.

Il Centro Sollievo offrirà alle persone con demenza attività di socializzazione, riabilitazione e stimolazione cognitiva. Il personale sarà formato per garantire un servizio di qualità e rispettoso delle esigenze dei pazienti.

Sempre nella mattinata di oggi, l’Ulss 7 è stata protagonista di un’altra inaugurazione nell’ambito dei servizi sanitari resi alla popolazione (leggi qui).