Ecco la prima Comunità Energetica Rinnovabile a Vicenza: nata nella zona di San Paolo-Quartiere Italia

436
Comunità Energetica Rinnovabile Vicenza

La sede della Cisl sarà oggi, mercoledì 20 marzo 2024, teatro della formalizzazione della prima Comunità Energetica Rinnovabile a Vicenza. Alle 20 e 30 sarà quindi ufficializzata la CER nata da un percorso popolare nella zona di San Paolo-Quartiere Italia.

Oltre alla Cisl, tra i soci fondatori figurano la parrocchia di San Paolo, il Liceo Quadri, gli scout, la cooperativa sociale Urbana (titolare del progetto City Campus che proprio a San Paolo avrà una sede), la EsCo vicentina Sinergia, e molti cittadini, alcuni dei quali faranno anche parte del consiglio direttivo.

“L’esito di un sondaggio che si chiuderà oggi stesso, determinerà il nome scelto per la prima Comunità Energetica Rinnovabile a Vicenza. Finora l’abbiamo sempre chiamata Energie di Comunità, ma siamo aperti anche ad altre idee”, ha detto Tommaso Carrieri che farà parte del Consiglio Direttivo per coop. Urbana.

Intanto, nello stesso ambito, a Montecchio Maggiore si parte con un nuovo percorso:
le cooperative sociali di Montecchio Maggiore, Piano Infinito, Rinascere, L’Eco Papa Giovanni XIII, Mamre e Cooperativa ’81, con il patrocinio dell’amministrazione comunale, propongono ai cittadini e alle imprese del territorio un incontro pubblico per andare a costituire una Comunità Energetica Rinnovabile.

Se ne discute domani, giovedì 21 marzo, alle 20 e 45 alla Corte delle Filande di Montecchio Maggiore.

“Il propulsore energetico di questi percorsi – spiegano i promotori – è il progetto HAB terrenergie, una rete di una ventina di soggetti tra cooperative sociali, agricoltori vicentini, enti e associazioni che crede nell’importanza di promuovere pratiche comunitarie di rispetto di una natura e di una terra che nutre”.

Dopo i saluti del aindaco e l’introduzione dell’assessore alla Programmazione ed interventi in campo energetico, ci sarà l’intervento di Marco Bianchi, Consulente per le Comunità Energetiche e l’Accesso all’Energia. A seguire, ampio spazio alle domande e al dibattito.