Daspo a 7 ultras per assalto bus tifosi Padova dopo derby, Questore Vicenza Paolo Sartori: “4 del Gruppo Vandelli di Reggio Emilia, gemellato col Lane”

1040
Ultras vicentini e reggiani assaltano tifosi del Padova dopo derby col Vicenza
Ultras vicentini e reggiani assaltano tifosi del Padova dopo derby col Vicenza

La Digos di Vicenza, come hanno reso noto oggi in conferenza stampa il suo dirigente David De Leo e il questore di Vicenza Paolo Sartori (qui l’azione del questore dal suo insediamento in città e provincia, ndr), ha individuato 7 ultras responsabili dell’assalto contro il bus SVT che trasportava i tifosi padovani al termine della partita dei biancoscudati contro i biancorossi al Menti, ma non sono di Vicenza. Questo è quanto risulta dal lavoro svolto dalla Digos che ha visionato decine di ore filmati. Sono riusciti a fare luce sul grave episodio in cui sono rimasti coinvolti i bus del SVT e i tifosi padovani.

I supporters del Padova si stavano dirigendo verso il casello dell’autostrada a Vicenza est, quando sono stati aggrediti da un gruppo di circa 25 persone, di cui in 12 hanno partecipato all’assalto lanciando sassi, bottiglie e fumogeni. Per fortuna non ci sono stati feriti gravi e per il momento, non è ancora stata sporta denuncia contro gli ultras. 

Dirigente Digos David De Leo e Questore di Vicenza Paolo Sartori in conferenza stampa
Dirigente Digos David De Leo e Questore di Vicenza Paolo Sartori in conferenza stampa

La ricerca della Digos di Vicenza ha coinvolto la Digos di Padova e quella di Reggio Emilia. Infatti, tramite la videosorveglianza dello stadio ed i video dei testimoni, sono stati identificati 7 degli ultras tramite il confronto tra le immagini disponibili. Grazie alle telecamere nei tornelli e le registrazioni, confrontando i vestiti e la struttura fisionomica, sono stati individuati 4 assaltatori di Reggio Emilia. Un indizio importante sono state le felpe rosso amaranto con le iniziali GV, che stanno per Gruppo Vandelli, di cui fanno parte  i fedelissimi della Reggiana, squadra di serie B gemellata con l’L.R. Vicenza. 

Chi sono e cosa li aspetta?

Oltre ai tifosi reggiani, sono stati coinvolti anche 3 residenti della provincia di Vicenza: B.F. del 1991 residente a Barbarano Vicentino; C.R. del 1981 residente ad Arzignano; C.J. del 1997 residente a Chiampo. Il Questore della provincia di Vicenza, Paolo Sartori, ha affermato: “È stata un’aggressione premeditata, per fortuna senza conseguenze gravi. Siamo fiduciosi di riuscire ad identificare anche gli altri aggressori nei prossimi giorni”. 

Come pena per l’assalto al bus SVT, i 7 identificanti hanno ricevuto un daspo da qualsiasi manifestazione sportiva nazionale ed internazionale per i prossimi tre anni con l’aggiunta del divieto di frequentazione nei luoghi di ritrovo dei tifosi da 2 ore prima dell’inizio dell’evento alle 2 ore successive alla conclusione. Inoltre, hanno il divieto di rientro nel Comune di Vicenza per 3 anni. Questa è la pena massima applicabile poiché erano incensurati. Se non dovessero rispettare la pena, ci saranno sanzioni fino a 40mila euro e 2 anni di carcere.