“Matteo Tosetto vira a 180°, oggi è chiaro il suo tradimento”: la reprimenda di Idea Vicenza per l’ex assessore deciso a sostenere Possamai

636
Matteo Tosetto con Francesco Rucco
Il sindaco Francesco Rucco con l'ex assessore Matteo Tosetto

L’avv. Valeria Porelli, assessore con deleghe in materia di risorse umane, organizzazione, innovazione tecnologica e semplificazione amministrativa, servizi demografici e pari opportunità, a nome dell’associazione Idea Vicenza per Rucco sindaco, ha affidato a una nota il commento alla decisione di Matteo Tosetto, ex vice sindaco ed assessore al sociale, poi rimosso dal sindaco per la sua uscita da Forza Italia, che in mattinata aveva ufficializzato di voler schierare una lista della sua associazione a sostegno di Giacomo Possamai, candidato sindaco per il centrosinistra e per la coalizione che si sta formando (leggi “Tosetto passa al Centrosinistra. La sua associazione “Ripartiamo da Vicenza” sosterrà Possamai con una lista“).

Valeria Porelli
Valeria Porelli

Il tempo è galantuomo – fa sapere Idea Vicenza – , ma nel caso dell’ex forzista e assessore al Sociale, Matteo Tosetto, sono bastati pochi mesi per dare concretezza e certezza a quello che era all’epoca solo un sospetto, per quanto fondato. Allora, dopo l’uscita da Forza Italia, era sembrato alquanto equivoco il rifiuto di Tosetto di confermare, dopo che gli era stato chiesto più volte, l’adesione alle linee programmatiche dell’Amministrazione Rucco, se non letto in una logica di virata a 180 gradi verso il richiamo alle sirene della Sinistra. E così perlomeno sembra sia, considerato che il diretto interessato non smentisce. Finalmente anche Tosetto potrà misurarsi con le preferenze visto che era entrato in Giunta solo in virtù di una rendita di posizione come coordinatore di Forza Italia“.

Idea Vicenza - Francesco Rucco Sindaco
Idea Vicenza – Rucco Sindaco

Oggi – prosegue la nota di Porelli per Idea per Vicenza – si dovrebbe riscrivere la narrazione della sua rottura, artatamente rappresentata come un generoso atto di lealtà nei confronti del Governo Draghi, ma in realtà uno scientifico percorso di autopromozione per restare a galla e tenere i piedi in due scarpe. Un percorso che comprende l’irrituale mobilità verso l’Ulss 8 di Vicenza nell’area del Sociale – pur essendo all’epoca Assessore proprio agli Interventi Sociali – e la levata di scudi del Centrosinistra quando venne revocato dal Sindaco – cosa mai avvenuta per i precedenti Claudio Cicero, Lucio Zoppello e Marco Lunardi – a dimostrazione che il ‘salto della quaglia’ era già avvenuto o quantomeno era in corso, considerate le notizie di frequenti incontri con importanti esponenti del Partito Democratico“.

Ora – conclude Valeri Porelli –, il tradimento di Matteo Tosetto nei confronti del Centrodestra che gli ha consentito di uscire da un anonimato politico che durava da vent’anni attraverso le segreterie di parlamentari e consiglieri regionali, è compiuto. A chi lo accoglie, con la maschera di un civismo di facciata, auguriamo che abbia la stessa coerenza che ha dimostrato con la nostra maggioranza“.


Qui tutta o quasi la storia in divenire delle elezioni amministrative Vicenza 2023