Non incassati 300 conti intestati a Banca Popolare di Vicenza, Patrizio Miatello: “li abbiamo segnalati ai liquidatori nell’interesse dei soci azzerati”

2842
Patrizio Miatello con soci di Bpvi azzerati con figlia disabile
Patrizio Miatello con soci di Bpvi azzerati con figlia disabile
Proseguiamo la nostra attività nell’interesse dei risparmiatori vittime della banche – scrive nella nota che pubblichiamo Patrizio Miatello, presidente di Ezzelino III da Onara, alleviati inizialmente grazie all’Offerta Pubblica di Transazione (Opt) del gennaio 2017 per € 660 milioni, grazie
– alla nostra azione penale nei confronti delle banche per iniziativa di Bettiol, Mazzon e Miatello contro gli amministratori partita in agosto 2016
– dopo il 25/06/2017, data della messa in liquidazione delle banche, con la progettazione di Bettiol e Miatello del fondo vittime da reati finanziari FIR, alimentato dai conti dormienti da noi individuati per € 1,575 miliardi, che a oggi ha alleviato ulteriori 140.000 famiglie di risparmiatori in tutta Italia, grazie al supporto e alla collaborazione con i governi che si sono succeduti da Luglio  2017 compreso quello attuale.

Siamo ora lieti di comunicare che abbiamo ritrovato e comunicato ai Liquidatori, circa 300 conti intestati a Banca Popolare di Vicenza, non incassati e siamo in attesa di un loro riscontro per tutte le verifiche.

Ci auguriamo che l’importo dei conti ritrovati e, ad oggi e apparentemente, sconosciuti alla procedura possa portare al ritrovamento di ulteriori fondi e che ciò contribuisca al riparto delle rimanenze dei € 545,3 milioni, che come da ordine del giorno del sen. Zanettin (Forza Italia), votato all’unanimità da tutto il Senato in data 15/02/2023 (e poi dalla Camera per un totalmente analogo odg dell’on. Cappelletti M5S, ndr), impegna il Governo a dare corso al riparto come previsto dalla normativa.
Avanti con Forza Maggiore
Patrizio Miatello
Presidente Ezzelino III da Onara