Parco della Pace, Selmo e Pupillo (DAIP): “Inaugurazione saltata nella Vicenza dei cantieri infiniti”

1529
comunità energetiche parco della pace

È una Vicenza dai cantieri infiniti quella contestata alla Giunta Rucco dal gruppo Da Adesso in Poi che cita il caso Parco della Pace di Vicenza.

“Oggi 30 marzo 2023 – affermano i consiglieri Selmo e Pupillo -, ad esempio, era prevista l’inaugurazione per voce dell’assessore Ierardi in commissione territorio – di una parte del Parco della Pace e invece l’apertura è ben lungi dall’essere programmata. Troppo facile, caro Rucco, ora in campagna elettorale farsi vedere alla ex Centrale del latte con il caschetto in testa dicendo che i lavori procedono spediti, o i rendering di trasformazione di piazza Matteotti e di riqualificazione dell’ex Macello, con una piazza in cui svetta ormai da anni ferma immobile una gru e in cui, a poca distanza, c’è un rudere destinato a parcheggio che sta per crollare”.

Lungo secondo i consiglieri di Da Adesso in Poi l’elenco delle incompiute a Vicenza: “Una città in cui oggi l’unica certezza sono i cantieri. Ci sono, ma non è dato sapere quando finiscono. Sono lì da mesi, anni, con i cartelli e le transenne e le strisce colorate sbrindellate al vento. Le grandi cose, le piccole cose. Opere progettate, finanziate, in alcuni casi persino avviate dalla precedente amministrazione e ancora ferme al palo. E ripetiamo: sono tutti progetti iniziati prima, o lasciati pronti per partire. Rucco doveva solo gestirli, seguirli, spingerli. Insomma, fare quello che fa un bravo sindaco”.

Infine una proposta che parte dal gruppo che alle elezioni sostiene la candidatura a primo cittadino di Giacomo Possamai del centrosinistra: “Al futuro sindaco chiediamo che venga istituita una figura tecnica ad hoc nella pianta organica del Comune che sia completamente dedicata al controllo e alla gestione dei cantieri cittadini anche in virtù dell’arrivo dell’AV/AC in città. Una figura che unisca alle competenze tecniche, anche quelle giuridiche e amministrative proprie di un appalto pubblico che deve essere monitorato in ogni suo ambito, compreso quello della sostenibilità”.


Qui tutta o quasi la storia in divenire delle elezioni amministrative Vicenza 2023