La Pasqua in tavola in Abruzzo: tra pupe, cavalli, pizze e fiadoni

985
Pasqua in Abruzzo pizza e pupa
(Foto FB: Trattoria "Le Quattro Ville"/ Nonna's Sweet Kitchen")

La Pasqua in Abruzzo è una festa molto sentita. Per celebrarla al meglio, gli abruzzesi imbandiscono le proprie tavole con i deliziosi piatti della tradizione, dolci e salati. Scopriamo alcune tra le pietanze più famose e amate.

La Pupa e il Cavallo

Forse il dolce più simpatico di tutti, la Pupa è una bambola di biscotto. Secondo la tradizione originale, in voga oltre due secoli fa, la “pupa” veniva donata alla famiglia del futuro sposo, che ricambiava con un dolce preparato con gli stessi ingredienti, ma a forma di cavallo. In quella stessa occasione, il fidanzamento diveniva quindi ufficiale.

cavallo di pasqua
Un cavallo di Pasqua (Foto FB: Moira Gagliardone)

La Pupa in questione è una donna formosa, con grossi seni e un grosso ventre, spesso, ma non sempre, decorato con un uovo intero, simbolo di fertilità. Il cavallo è una sfida ben più complessa per chi si accinga a impastarne uno: c’è chi si aiuta con delle formine e chi preferisce cimentarsi a mani nude nel modellare la pasta. Le decorazioni sono inoltre una parte fondamentale della ricetta ed è possibile dare mano alla fantasia quanto più si vuole: strisce di biscotto colorate con il cacao, codette colorate, pasta di zucchero, ciliegine candite, chicchi di caffè ecc. Oggi la tradizione del fidanzamento è stata sostituita da quella puramente pasquale: in genere sono le nonne a preparare questi dolci e a regalarli ai nipotini nella mattina della festa. Il significato, però, è sempre lo stesso: l’augurio di un anno pieno di fortuna e prosperità.

pizza di pasqua aquilana
La pizza di Pasqua nella sua versione Aquilana (Foto FB: Lucky Luc)

Le pizze di Pasqua

Il nome pizza può forse riportare alla mente un’altra cosa, e sentir dire che nel giorno di Pasqua gli abruzzesi mangiano “la pizza a colazione” può essere sorprendente. Non si tratta però, di una Margherita o una Quattro Stagioni, bensì di un lievitato tipico della tradizione pasquale, spesso aromatizzato con spezie e canditi. Ne esistono di vari tipi, sia dolci che salati, dalle forme più disparate: la pizza aquilana, ad esempio, assomiglia ad una pagnotta, mentre quella teramana ad un panettone.

I fiadoni

Fiadoni di Pasqua
I fiadoni di Pasqua (Foto FB: Carmela di Nardo)

Il formaggio, nelle ricette pasquali italiane, non può mancare: l’Abruzzo non fa eccezione. Ed è così che ad arricchire le tavole nel giorno di Pasqua ci pensano anche i fiadoni. Questi ultimi sono dei fagottini ripieni di uova e formaggio: secondo la tradizione si usano il rigatino e il pecorino abruzzese. I fiadoni si caratterizzano per il loro aspetto bombato, che li rende molto piacevoli alla vista, oltre che, ovviamente, al gusto.