Politiche per la pace a Vicenza: Comune, Non dalla guerra e Caritas Jordan insieme per la promozione dei diritti umani

326
politiche per la pace vicenza

Il Comune di Vicenza, l’associazione Non dalla guerra e Caritas Jordan si sono incontrati nei giorni scorsi a Palazzo Trissino per discutere di politiche per la pace e promozione dei diritti umani.

L’incontro è stato un’occasione per condividere buone pratiche e visioni, e per provare a immaginare nuove progettualità in questo ambito.

“Il mondo richiama all’attualità più drammatica, dove interi Paesi e territori sono coinvolti da conflitti che coinvolgono sempre più le popolazioni civili”, ha affermato la vicesindaca Isabella Sala. “A maggior ragione oggi, nelle recrudescenze di situazioni mai sopite e lungi dall’essere risolte, spicca il lavoro di chi, come Caritas e l’associazione vicentina Non dalla guerra, opera da anni, giorno dopo giorno, per costruire ponti di incontro, di aiuto concreto, di pace agita”.

“L’incontro con Non dalla guerra e il direttore di Caritas Jordan Wael Suleiman è stata un’occasione preziosa sia per provare a immaginare assieme nuove progettualità, ma soprattutto per condividere buone pratiche e visioni”, ha spiegato l’assessore all’istruzione e alla cooperazione internazionale e politiche per la pace Giovanni Selmo. “Il Comune non può che considerare come di valore progetti che spingono i ragazzi e le ragazze vicentine a sentirsi fratelli e sorelle del mondo, solidali e impegnati con Paesi che hanno tanto da insegnarci e impegnarci”.

La visita in città della delegazione giordana di Caritas Jordan è stata l’occasione per un incontro con i cittadini nella sede di Non dalla guerra, in via Carducci 13. Era presente, in collegamento, il direttore Wael Suleiman.

L’incontro ha concluso un ciclo di appuntamenti che il Comune di Vicenza ha organizzato per approfondire il tema delle politiche per la pace e della promozione dei diritti umani.

Non dalla guerra è attiva a Vicenza da diversi anni. Si occupa di promozione di diritti umani, educazione alla pace e formazione, con progetti nelle scuole e campi di formazione in Medio Oriente e in Giordania, in cui opera da 10 anni grazie alla collaborazione proprio con Caritas Jordan. L’associazione propone anche diversi progetti inseriti nel Poft caratterizzati da laboratori innovativi e spunti di riflessione sull’attualità, proposte di educazione civica e promozione della legalità.