Una serie di risse in centro a Vicenza si sono registrate nello scorso weekend in particolare nella zona di contra’ Pescherie Vecchie.

Sulla vicenda la polizia avrebbe raccolto diversi elementi oltre che testimonianze e da Viale Mazzini si dicono certi di poter risalire a breve agli autori dei disordini delle scorse ore. Un fenomeno, quelle delle risse in centro quanto in altre aree cittadine, figlie per lo più della degenerazione della movida notturna e per la quale da più parti si chiedono soluzioni.

La politica cittadina se ne interessa e dall’opposizione l’argomento viene cavalcato, come nel caso dei consiglieri Sandro Pupillo e Giovanni Selmo. Per il gruppo Da Adesso in Poi il governo Rucco avrebbe responsabilità.

“Siamo ormai quasi alla fine del primo quinquennio amministrativo targato Rucco e la sicurezza in città, cavallo di battaglia del sindaco, è sempre più una chimera. Quando infatti le tanto sbandierate soluzioni ai problemi legati allo spaccio, al degrado, alle periodiche risse in centro storico dovrebbero aver già avuto compimento, il Sindaco che fa? Pensa”.

In questo ultimo caso il riferimento ironico è a “Think! Il pensiero diventa città”, convention del Centrodestra promossa proprio dal sindaco Francesco Rucco e recentemente ospitata nella Sala Palladio della Fiera di Vicenza (ne abbiamo scritto qui).

“Noi consiglieri comunali di Da Adesso in Poi – aggiungono Selmo e Pupillo – denunciamo da tempo questi episodi che si verificano con cadenza regolare nel centro storico e nei quartieri. Cittadini e commercianti sono sempre più esasperati e purtroppo anche rassegnati al fatto che questa amministrazione non sia in grado di risolvere i problemi. Tanti slogan, tante azioni di facciata, ma nessuna risposta concreta. Tutto questo in una città
sempre più nel caos”.