La sessualità nella donna: i disturbi più frequenti, tra cause fisiche e psicologiche. La sessuologia divulgata da Luigi Jodice

225
Sessualità femminile, i suoi disturbi
Sessualità femminile, i suoi disturbi

I più frequenti disturbi della sessualità femminile sono la Dispareunia che si traduce in dolore durante i rapporti sessuali e la penetrazione, spesso dovuta a cause organiche, ma anche emozionali e psicologiche (per tutte le puntate della sua rubrica clicca su “La sessuologia divulgata da Luigi Jodice“, ndr).

Vaginismo che comporta l’impossibilità nella donna di avere dei rapporti con penetrazione. Tale disturbo trova la sua cura e risoluzione nella psicoterapia, normalmente con alcune sedute psicoterapiche si arriva alla risoluzione del problema.

Disturbo sessuale ipoattivo, che coinvolge la sfera emozionale , sociale, il rapporto di coppia, blocchi dovuti a false credenze religiose e culturali e traumi.

Una delle problematiche più frequenti che una donna può incontrare nel rapporto con il sesso è l’Anorgasmia.

Cos’è?  E’ l’impossibilità nella donna, durante un rapporto sessuale, di raggiungere l’orgasmo pur provando piacere durante il rapporto stesso.

L’anorgasmia può essere primaria, se la donna non ha mai raggiunto l’orgasmo nei rapporti, oppure secondaria se compare in un secondo momento, dopo un periodo in cui non si sono riscontrate problematiche sessuali.

Dare una risposta concisa e breve sui disturbi della sessualità femminile è alquanto difficile poiché sono coinvolte problematiche dovute a fattori fisici, emotivi e psicologici. 

Fra le cause fisiche vi possono essere malattie generali, problematiche ginecologiche, derivanti da interventi all’apparato urogenitale della donna, dolore durante il rapporto, assunzione di farmaci antidepressivi, terapie anti-ipertensive, alcol, fumo, antistaminici e disormonosi come può avvenire nell’invecchiamento con calo degli estrogeni ed un umore instabile .

Fra le cause psicologiche troviamo: l’ansia, la depressione, anche la non accettazione della propria immagine corporea, blocchi dovuti a credenze religiose e culturali, il senso di colpa, oppure la violenza intima del partner o la mancanza di comunicazione con il partner dei propri bisogni sessuali.

In questi casi un percorso di coppia con una consulenza psicoterapeutica diventano fondamentali per iniziare a “guarire” da questo disturbo.

Sei arrivato fin qui?

Se sei qui è chiaro che apprezzi il nostro giornalismo, che, però, richiede tempo e denaro. Se vuoi continuare a leggere questo articolo e per un anno tutti i contenuti PREMIUM e le Newsletter online puoi farlo al prezzo di un caffè, una birra o una pizza al mese.

Grazie, Giovanni Coviello

Sei già registrato? Clicca qui per accedere