Sicurezza lavoro, per gli studenti di Vicenza uno spettacolo teatrale finanziato dai sindacati

1135
sicurezza lavoro

Si è conclusa ieri, presso il centro di formazione professionale Victory di Vicenza, la tournée provinciale dello spettacolo teatrale “Quanto dura un secondo – Con la sicurezza non si scherza…” di e con Gianluigi Meggiorin e Paolo Piludu, promossa dal Tavolo provinciale di coordinamento per la sicurezza e la prevenzione degli incidenti coordinato dalla Prefettura-UTG di Vicenza nell’ambito delle iniziative programmate dal “Protocollo d’intesa per potenziare la salute e la sicurezza sul lavoro in ambiti particolarmente a rischio”.

La pièce è patrocinata dal Comune di Vicenza e finanziata dalle Organizzazioni Sindacali CGIL, CISL e UIL. L’accordo di co-finanziamento sottoscritto da Prefettura, INAIL, Ufficio scolastico provinciale, Ordine degli Ingegneri, Confindustria, Apindustria e Confartigianato-COBIS di Vicenza ha consentito la rappresentazione, nel mese di marzo corrente, di ulteriori 12 “repliche” che si sono svolte in teatri e scuole della provincia berica, con la partecipazione gratuita di circa duemila studenti degli Istituti scolastici di secondo grado e dei centri di formazione professionale dell’intero territorio vicentino.

L’iniziativa nasce dalla sinergia tra le diverse componenti sociali e istituzionali del Tavolo, al fine di coinvolgere e sensibilizzare non solo i lavoratori ma anche gli studenti, giovani spettatori di oggi e lavoratori del domani, sulle tematiche della salute e sicurezza nei diversi settori di lavoro, con particolare riguardo a quelli che presentano maggiori rischi, compreso anche l’ambito stradale.

Grazie al sapiente utilizzo di uno stile teatrale clownesco e grottesco, gli attori hanno catturato l’attenzione degli spettatori accompagnandoli, tra silenzi degni di significato e risate, nella guidata riflessione in chiave tragicomica dei principali pericoli insiti negli ambienti di lavoro e scolastici.

Ciascuna rappresentazione è stata seguita da un dibattito di approfondimento tra gli studenti-spettatori, gli attori e qualificati referenti designati dal Tavolo (in particolare, rappresentanti dei lavoratori per la sicurezza delegati delle associazioni di categoria). Tale attività ha dato la possibilità agli alunni di stimolare riflessioni e di esporre le proprie domande, ma, soprattutto, l’opportunità di comprendere l’importanza della figura dei preposti alla sicurezza negli ambienti scolastici e nei luoghi di lavoro.

In linea con questa iniziativa, si colloca il secondo progetto lanciato dal Tavolo interistituzionale, mediante il progetto “Conosci i near miss”, dedicato a tutte le aziende (private e pubbliche) e a tutte le scuole (statali e paritarie) della provincia berica, che saranno chiamate a partecipare ad un concorso finalizzato alla promozione della conoscenza e della gestione dei “mancati infortuni” (cd. “near miss”).

L’idea nasce dalla consapevolezza che i near miss costituiscono un patrimonio fondamentale, prezioso e utile nell’ambito della sicurezza e salute nel lavoro e, conseguentemente, mira a valorizzarne la gestione attraverso la messa in campo di azioni di prevenzione di particolare efficacia, nelle singole realtà, sia lavorative che scolastiche.

Il progetto mira a creare un sistema di incentivazione che porti a far emergere il “mancato infortunio”, superando le attuali resistenze spesso derivanti da un retaggio culturale che tende a colpevolizzare il lavoratore segnalante o l’azienda nella quale l’evento si verifica.

La giuria del concorso, composta da una qualificata rappresentanza del suddetto Tavolo, valuterà i casi pervenuti stilando due distinte graduatorie, una per le aziende e una per le scuole. 

Saranno premiati, per la dimostrazione del loro valore reputazionale, i primi tre classificati di ciascuna graduatoria con la consegna da parte del Prefetto di Vicenza di un attestato di benemerenza nell’ambito di un evento pubblico, che avrà luogo a Vicenza a fine ottobre, in prossimità o in concomitanza della “Settimana europea per la sicurezza e la salute sul lavoro”.

Partecipare alla selezione è semplice: basta presentare, entro il 15 settembre 2023, uno o più casi di near miss, rilevati e analizzati nella propria realtà lavorativa o scolastica e successivamente trasformati in azioni di prevenzione e protezione, utilizzando attraverso il form appositamente predisposto, accessibile mediante il seguente link https://forms.gle/zaarggW9ie1SwCgY7.