Thiene, sassi contro bus: individuati quattro bambini

406
autobus svt Ubriaco alla guida bus
autobus svt

Sono stati quattro bambini a lanciare sassi contro gli autobus di Stv a Thiene e dintorni. Il gruppetto, come riporta Il Giornale di Vicenza, è stato individuato grazie alle immagini registrate dalle telecamere di video sorveglianza presenti nella zona e analizzate dagli agenti della polizia locale di Nordest Vicentino.

Si tratta dunque, di quattro bambini di 10 e 11 anni. Essendo non perseguibili di reato perché minori di 14 anni, a subire le conseguenze del loro gesto potrebbero essere i genitori. Spetterà adesso alla Società Vicentina trasporti decidere come procedere nei confronti delle famiglie dei bambini autori del grave gesto.

L’ultimo episodio è accaduto nei giorni scorsi, in via del Parco. Il gruppetto ha iniziato a lanciare sassi contro due autobus in servizio. Fortunatamente nessuno delle persone a borso è rimasto ferito. I mezzi Svt hanno riportato pesanti danni alla fiancate e ai vetri delle porte.

Svt ringrazia le forze dell’ordine per essersi attivate con grande tempestività – si legge in una nota della società – non appena saranno confermati tutti gli elementi emersi dalle indagini, l’azienda procederà facendo tutto il necessario al fine di salvaguardare il proprio patrimonio e ottenere il risarcimento dei danni subiti, diretti e indiretti”.

Sull’accaduto era stato chiesto a gran voce il massimo impegno del neoeletto sindaco di Thiene Giampi Michelusi.

Intendo incontrare i responsabili di questo gravissimo episodio e le loro famiglie – ha detto il primo cittadino ai colleghi di Gdv – perché credo sia importante conoscere e capire il disagio che si nasconde dietro a questi comportamenti in modo da poter intervenire anche dal punto di vista istituzionale, prevenendo altri fatti simili”.

L’accaduto aveva generato commenti da più parti politiche.

“Sono fatti gravissimi – aveva dichiarato Umberto Rossi, esponente locale di FDI (il nostro articolo completo cliccando qui) – e purtroppo sono solo gli ultimi di una lunga serie. Il personale e i passeggeri di SVT devono subire, soprattutto nel thienese, continue aggressioni per mano di bande di giovanissimi, che vista la reiterazione probabilmente godono di un senso di impunità”.