Vandalismo al Laghetto di Vicenza, Rigeneriamo denuncia il fenomeno e avanza soluzioni

610
Lucio Zoppello, l'assessore al territorio, silurato da Rucco vandalismo al laghetto
L'ing. Lucio Zoppello, Rigeneriamo Vicenza

Il fenomeno del vandalismo nel quartiere Laghetto di Vicenza al centro di una riflessione del candidato sindaco Lucio Zoppello e del candidato consigliere comunale per la zona Laghetto Andrea Maroso di Rigeneriamo Vicenza.

Secondo i due bisogna prestare attenzione al ripetersi di raid vandalici, da 4 mesi, e sulle iniziative poste in atto dall’amministrazione comunale oltre che sulle proposte concrete che il gruppo RV intende mettere in atto per fermare il fenomeno in città.

“L’ennesima notizia di atti di vandalismo nel quartiere di Laghetto rappresenta inequivocabilmente lo specchio della gestione sulla sicurezza a Vicenza negli ultimi 5 anni – dicono in un comunicato stampa -.

L’unico problema della città per l’attuale amministrazione appare sempre e solo Campo Marzio: tutta l’attenzione è stata indirizzata lì e di conseguenza gli sforzi di questura e polizia locale”.

Il candidato sindaco di Rigeneriamo Vicenza, Lucio Zoppello, sottolinea come “siano proprio i quartieri a pagarne gli effetti, da un lato con l’assenza di controlli sul territorio periferico al centro storico, dall’altro con l’espansione del degrado da viale Roma all’hinterland, ex Cotorossi ai Ferrovieri, ex manicomio tra Laghetto e Polegge, Magazzini generali e così via.

Una strategia fallimentare su tutta la linea: i cittadini di Vicenza non solo non si sono riappropriati di Campo Marzio, ma vedono man mano compromessi anche i luoghi in cui vivono quotidianamente.

Agli abitanti di Laghetto fortunatamente sono comunque giunti i preziosi consigli da parte degli amministratori comunali, del tipo segnalate le persone losche”.

“Forse – sostiene il candidato consigliere comunale della zona, Andrea Maroso -, sono abituati a passare le notti insonni a vegliare le proprie automobili, ma noi che ci alziamo alle 5 e 30 per andare al lavoro e abbiamo la brutta abitudine di dormire di notte. E non tutti possono permettersi il doppio garage”.

Le proposte di Rigeneriamo Vicenza sono “la creazione di vere pattuglie di vicinato, anche a Laghetto c’erano persone disponibili. ma nessuno è mai stato contattato dal comune, con una rete che coordini cittadini, vigile di quartiere e forze dell’ordine, il coordinamento delle telecamere private e pubbliche per una maggior efficacia nella rete di controlli, l’integrazione della vigilanza privata, già molto presente sul territorio del quartiere, nell’organizzazione dei giri di ronda. Tutte idee di semplice attuazione, ma di cui in 5 anni non v’è stata traccia”, concludono da Rigeneriamo Vicenza.


Qui tutta o quasi la storia in divenire delle elezioni amministrative Vicenza 2023