Vicenza, presunta violenza sessuale su un 15enne: la Polizia ha arrestato un 25enne del Burkina Faso

questura vicenza polizia controlli controlli sartori
Agenti della Questura di Vicenza impegnati in controlli in città

Avrebbe compiuto violenza sessuale ai danni di un 15enne di Vicenza: con questa ipotesi di reato la polizia ha arrestato un uomo di 25 anni ed originario del Burkina Faso. Il fatto è accaduto ieri, martedì 24 maggio 2022, come spiega insieme a tutti i dettagli salienti della vicenda la Questura di Vicenza, diretta dal questore Paolo Sartori (qui l’azione di Sartori dal suo insediamento in città, ndr).

“Verso le ore 21.00 del 24/05/2022, la Centrale Operativa della Questura di Vicenza, riceveva una richiesta di intervento al 113, da parte di un quindicenne vicentino, il quale riferiva di avere subito violenza sessuale da parte di un individuo di colore che aveva seguito subito dopo il fatto e che aveva bloccato lungo Corso San Felice.

Giunto in loco le Volanti, reperivano il minore richiedente l’intervento e l’aggressore individuato per N.M. 25enne del Burkina Faso, residente in città.

Il minore, in evidente stato di shock, dapprima spiegava succintamente l’accaduto e poi presentava querela per quanto subito, in Questura, alla presenza di un genitore.

In particolare verso le ore 20.45 del 24.05.2022, mentre si trovava a piedi in Corso San Felice e Fortunato e stava guardando il cellulare, nei pressi della rotatoria di entrata del supermercato denominato LIDL, inaspettatamente, si sentiva palpeggiare con violenza il sedere da un uomo di colore, che tentava anche di toccargli i genitali, rivolgendogli frasi irriguardose.

Dell’arresto, veniva avvisato P.M. di turno nella Procura della Repubblica presso il Tribunale di Vicenza, il quale disponeva che l’arrestato venisse trattenuto associato alla Casa Circondariale di Vicenza per essere e ivi trattenuto a disposizione dell’A.G.

Si rappresenta che la misura è stata adottata di iniziativa da parte dell’Ufficio procedente e che per il principio della presunzione di innocenza, la colpevolezza della persona sottoposta ad indagine in relazione alla vicenda sarà definitivamente accertata solo ove intervenga sentenza irrevocabile di condanna o forme analoghe”, conclude la questura vicentina.