Camera di Commercio di Vicenza, approvato il programma 2020: 4 aree prioritarie di intervento

189
Camera commercio riunione
Camera commercio riunione

Un rinnovato impegno a supporto della competitività del sistema economico provinciale, con una particolare attenzione da un lato al tema trasversale della digitalizzazione, dall’altro al sostegno all’internazionalizzazione; il tutto senza trascurare una costante attenzione alla qualità dei servizi erogati alle imprese. È questo – in estrema sintesi – l’impegno della Camera di Commercio di Vicenza che emerge dalla Relazione Previsionale e Programmatica 2020, approvata oggi dal Consiglio dell’Ente Camerale Berico.

Competitività delle imprese

Più in dettaglio, nel documento vengono identificate quattro macro-aree di intervento, la prima delle quali riguarda la competitività delle imprese. Un tema che passa attraverso una maggiore efficienza del Registro delle Imprese e il potenziamento dello Sportello Unico delle Attività Produttive (SUAP) camerale, al fine di rendere il Registro sempre più un “hub informativo” con un’unica e coordinata banca dati dalla quale attingere le informazioni utili ai procedimenti di interesse delle imprese. In questo obiettivo si inserisce, inoltre, la linea di intervento di Unioncamere nazionale rivolta alla diffusione della cultura dell’innovazione digitale e della digitalizzazione delle micro e piccole imprese, tema che si colloca tra i primi posti nell’agenda del Governo e delle istituzioni europee e locali.

Più concretamente, accanto ai progetti già avviati nel corso di quest’anno, per il 2020 l’Ente Camerale Berico punta così a formalizzare il “digital network locale” (la rete dei soggetti nel territorio impegnati per la digitalizzazione dei servizi alle imprese), coordinando con una segreteria unica gli eventi informativi rivolti alle imprese e attivando un servizio CRM per le aziende che utilizzano i servizi digitali camerali.

Sempre nell’ottica di sostenere la competitività delle imprese e del territorio, il Bando Unico Annuale dedicato ai soggetti portatori di interessi generali, con i necessari adattamenti legati ad alcune linee di finanziamento, sarà riproposto, introducendo una graduatoria di merito che premi maggiormente la qualità progettuale e le ricadute sul sistema economico produttivo.

Non mancheranno inoltre, anche nel 2020, attività a supporto del marketing territoriale e del turismo, tra cui l’erogazione di 47.790 euro al GAL “Montagna Vicentina” per attività a favore dei territori e delle imprese colpite dalle calamità naturali.

Per quanto riguarda invece l’orientamento al lavoro e alle professioni, proseguirà l’attività dello sportello POI – Primo Orientamento Imprese, mentre per l’alternanza scuola-lavoro, terminata la fase di sperimentazione, andrà a regime la piattaforma di e-learning con gli istituti scolastici che hanno aderito al progetto e sarà potenziata l’attività a supporto di questo prezioso strumento di dialogo tra la scuola e il mondo delle imprese.

Regolazione dei mercati

Molto articolata si preannuncia anche l’attività per quanto riguarda la tutela del consumatore e del mercato. Anche in questo caso, accanto al proseguimento delle azioni e dei servizi già intrapresi, tra le novità più significative spicca un potenziamento dello sportello Marchi e Brevetti, sia per quanto riguarda l’informazione alle aziende sia per la semplificazione dell’accesso ai suoi servizi.

Inoltre, la Camera di Commercio di Vicenza ha stabilito di trasferire le funzioni del Laboratorio Saggio Metalli Preziosi all’Azienda Speciale Made in Vicenza a partire dal 1 gennaio 2020, assicurando una prima risposta alle richieste di apposizione del marchio comune di controllo sui prodotti orafi italiani, in attesa dell’avvio del Laboratorio unico nazionale multi sito.
Supporto all’internazionalizzazione

Quest’area di attività continuerà a essere presidiata in particolare attraverso l’Azienda Speciale camerale Made in Vicenza, che già opera in stretta collaborazione con ICE, SACE e SIMEST, ma anche con il Nuovo Centro Estero Veneto. Tra le iniziative che saranno sviluppate il prossimo anno spicca l’attuazione sul territorio provinciale del progetto di Unioncamere nazionale per il Sostegno all’Export dell’Italia (S.E.I.), finalizzato ad ampliare le azioni di accompagnamento all’estero delle PMI.

Efficienza dell’Ente e qualità dei servizi erogati

Infine, anche la Camera di Commercio di Vicenza si impegnerà ad aggiornare, dove necessario, i propri sistemi, con il duplice obiettivo di migliorare l’efficienza dei processi interni e semplificare l’accesso alle informazioni e ai servizi da parte degli utenti. Questo attraverso la revisione di una pluralità di applicativi e attività di controllo: un’azione poco visibile all’esterno, ma di grande rilevanza per garantire una risposta sempre più tempestiva ed efficace alle esigenze delle imprese vicentine.