I 10 migliori beat di Charlie Charles a “New Musical Tales”

1868
Charlie Charles, migliori produzioni
Charlie Charles, migliori produzioni

Ad inizio anno abbiamo parlato dell’importanza di Sick Luke nella scena italiana, di come sia stato importante dietro le quinte per l’ascesa della trap in Italia, proponendo le sue dieci produzioni di maggior successo per prepararci al suo nuovo disco. Tuttavia, non si può non parlare di trap in questo paese senza parlare di Charlie Charles, il vero motore di questa wave musicale, e visto che sembra tutto pronto per il suo disco solista parliamo delle sue dieci produzioni più blasonate e che hanno segnato un prima e un dopo nel rap game italiano.

Cominciamo però da una premessa: Charlie è stato il produttore principale dei momenti di ascesa di Ghali, Izi e Sfera Ebbasta, oltre ad aver segnato alcuni dei successi maggiori di Rkomi, Tedua e della Dark Polo Gang e quindi da questa lista (che, per inciso, va in ordine cronologico e non di qualità o importanza) rimarranno esclusi tanti brani di caratura importante da poter stilare altre cinque o sei classifiche che avrebbero comunque pezzi storici di questo genere.

  • XDVR – Sfera Ebbasta: Se è vero che in Italia c’erano già stati alcuni esperimenti su basi trap, nel dicembre 2014 esce XDVR, il primo brano su queste sonorità a riscuotere fama per il suo stile particolare e innovativo; tanto che Marracash stesso scoverà Sfera e Charlie e li metterà sotto la sua ala protettrice, partecipando assieme a Luchè al remix di questo brano contenuto nella riedizione dell’album omonimo alla traccia (primo album italiano interamente con sonorità trap e curato esclusivamente da Charlie Charles sulle produzioni; contenente anche canzoni come Brutti Sogni, No champagne o Mercedes Nero con Tedua e Izi, ma soprattutto Ciny, probabilmente il brano più iconico di Sfera).
  • Sempre me – Ghali: il 2015 sarà l’anno che introdurrà la musica trap in Italia in pianta stabile, prima che nel 2016 possa fiorire completamente. Per citare altri brani importanti per questo genere usciti nel 2015 potremmo citare Marijuana o Cazzo mene sempre di Ghali in coppia con Charlie, oppure andare al prossimo brano.
  • Cavallini – Dark Polo Gang ft. Sfera Ebbasta: Lo stile unico e caratteristico della Dpg comincia a farsi vedere in questo singolo, che diviene il primo con numeri importanti sia per il collettivo romano che per il rapper di Cinisello.
  • Figli di Papà – Sfera Ebbasta: Per citare quello che potrebbe essere considerato l’album più importante della trap italiana, ovvero Sfera Ebbasta, l’album omonimo di Sfera uscito a settembre 2016, si potrebbe scegliere il brano di maggior successo del disco; ma di quel progetto si ricordano altri brani altrettanto importanti come Notti, Visiera a Becco, la outro BHMG o le collaborazioni col big della scena francese SCH, Balenciaga e Cartine Cartier).
  • Ninna Nanna – Ghali: Questo è il brano trap più popolare del 2016, che assieme a due altri grandi successi come Dende e Wily Wily anticipava Album, disco d’esordio di Ghali; altro disco iconico per la trap e altro capolavoro di Charlie alla produzione. Viene ricordato anche perché segna un prima e un dopo, la trap assume un bacino d’utenza molto maggiore dopo l’uscita di questo singolo, che raggiungerà traguardi inediti per brani precedenti dello stesso genere.
  • Bimbi – Charlie Charles ft. Sfera Ebbasta, Rkomi, Izi, Tedua e Ghali: Nel marzo 2017 vede la luce il singolo Bimbi; la più famosa posse-track della trap italiana (l’altra è Revolver freestyle contenuta in Orange County California di Tedua).
  • Tran Tran – Sfera Ebbasta: l’estate 2017 viene dominata dalla trap italiana; oltre a Tran Tran le altre due canzoni che dominano sono Habibi e Happy Days; entrambe di Ghali ed entrambe nate dalle mani di Charlie Charles.
  • Cupido – Sfera Ebbasta ft. Quavo: Rockstar è l’album più venduto della musica trap e ne segna la massima diffusione commerciale. Sfera e Charlie rimescolano le carte, l’uno smettendo di parlare della strada e parlando del successo maturato e l’altro passando a beat più musicali e meno cupi; sfoderando così il massimo potenziale commerciale della trap e ottenendo risultati inauditi anche con mosse innovative, come uscire solo su Spotify e non su YouTube (oggi è normale, ma loro ne sono stati gli iniziatori) o fare una collaborazione con un artista americano (altra mossa inedita e poi replicata da molti altri nella scena) in questo caso Quavo, componente dei Migos, gruppo importantissimo per la trap americana. Cupido infatti ha riscosso un successo inimmaginabile, così come lo hanno raggiunto Rockstar, Ricchi per sempre o Sciroppo con Drefgold altre colonne portanti di questo progetto.
  • Cara Italia – Probabilmente la canzone trap più famosa di tutte, seguita da un’onda nazional-popolare mai vista per questo genere, un brano riprodotto dai giovani, ma che allo stesso tempo passava dalle radio alle tv, un evento più unico che raro.
  • Calipso – Se il 2015 l’ha introdotta, il 2016 l’ha resa un genere stabile e il 2017 e il 2018 ne hanno visto la massima espansione commerciale, il 2019 è stato l’anno in cui la musica trap invece è passata dalle mani dei suoi pionieri a quelle di molti altri artisti, diventando una costante del suono di qualunque progetto vincente nel 2019; Calipso infatti coinvolge due colonne portanti della trap italiana come Sfera e Charlie, ma anche una colonna del rap classico come Fabri Fibra e il vincitore di Sanremo in quell’anno, ovvero Mahmood e il risultato è stato un brano capace di mantenere i vertici delle classifiche nostrane per svariati mesi diventando una hit dell’estate 2019.

L’elenco, come detto, potrebbe proseguire pressoché all’infinito, vista la mole di musica uscita e che continua ad uscire frutto del genio di Charlie; infatti si potrebbero nominare altre canzoni come Lingerie di Tedua e Sfera, Tutto apposto di Izi e Sfera Ebbasta o Peace and Love dello stesso Charlie con Sfera e Ghali. Questa lista deve far capire l’importanza di una personalità di Charlie, fulcro della più grande innovazione musicale degli ultimi anni e che ancora oggi, nonostante si dedichi più alla direzione artistica che alla produzione in prima persona, rappresenta un punto cardine della musica italiana e chissà cosa potremo avere in futuro se le voci su un suo presunto disco solista dovessero concretizzarsi.

Qui troverai tutti i contributi della nuova rubrica New Musical Tales (Nuovi Racconti Musicali) che prova a nascere con studenti liceali partecipanti a un progetto di scuola-lavoro a cui contribuisce ViPiu.it sotto la guida del prof. Michele Lucivero, per poi magari allargarsi ad altri studenti, ad altri giovani e ad appassionati di musica.

Questa rubrica è il frutto della collaborazione tra il giornale Vipiù.it e il Liceo Scientifico, Scienze Applicate, Linguistico e Coreutico “Da Vinci” di Bisceglie (BT) per i Percorsi per le Competenze Trasversali e per l’Orientamento (PCTO).